Comune di Bacoli, al via un nuovo progetto

Comune di Bacoli

Il comune di Bacoli ha indetto un progetto per la realizzazione di un progetto per l’affidamento di un bene confiscato alla Camorra

È stata indetta dal 10 giugno una manifestazione di interesse, volta alla realizzazione di un progetto avente finalità sociali per l’affidamento in concessione d’uso a titolo gratuito del bene confiscato alla criminalità organizzata sito in Via Silio Italico (nei pressi di Via Bellavista). I progetti potranno essere presentati fino alle ore 13:00 del 12/07/2016, consegnando a mano il plico all’Ufficio Protocollo oppure tramite posta ordinaria/corriere.

Il bene in questione è una villa su due piani con giardino. In questo modo, il Comune di Bacoli ha dimostrato l’impegno per il riutilizzo dei beni confiscati alla Camorra.

Possono avanzare  istanza i seguenti soggetti: comunità (anche) giovanili, Enti, associazioni, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, comunità terapeutiche, centri di recupero, associazioni di protezione ambientale ed operatori dell’agricoltura sociale. I soggetti interessati potranno anche comunicare, eventualmente, la propria intenzione di gestire il bene di concerto con altri soggetti (pubblici o privati) come enti di formazione, associazioni di categoria, scuole professionali ecc.

La destinazione degli spazi avverrà in funzione delle attività che saranno promosse, tra le quali:

– accoglienza e assistenza per minori abbandonati o provenienti da famiglie indigenti
– arginare il crescente fenomeno dell’abbandono scolastico
– favorire l’inserimento nel mondo del lavoro per soggetti provenienti dalle fasce più disagiate
– attività a favore di soggetti disabili
– sostegno ed assistenza alle famiglie in percorsi educativi e di socializzazione
– promozione di attività artistiche, musicali, culturali anche attraverso archivio o biblioteca con attività di aggregazione e divulgazione
– ogni attività sociale in senso ampio al fine di rafforzare e accrescere la cultura della legalità

Per ulteriori informazioni, consultare il sito del Comune.