Mozzicone innesca rogo in casa: muore 62enne avvolto dalle fiamme



napoli bimbo casola
FOTO di REPERTORIO

Dramma a Casola: è deceduto l’uomo ustionato dal rogo innescato in casa. La causa potrebbe essere stata un mozzicone di sigaretta

27 NOVEMBRE 2019 – Sono state ventiquattro ore di agonia quelle vissute da Gabriele Coppola, originario di Casola. È deceduto il 62enne che, nella giornata di ieri, era stato avvolto dalle fiamme mentre dormiva.

Nella notte tra il 25 e il 26 Novembre scorso, un roco si è innescato in un’abitazione nel centro storico di Casola di Napoli, piccolo Comune dei Monti Lattari, ai confini con Gragnano. Al momento dell’incendio, l’unico presente in casa è Gabriele Coppola.

I primi soccorsi sono giunti da un vicino di casa, accortosi dell’incendio, che ha chiamato i Vigili del Fuoco. L’uomo, gravemente ustionato, è stato portato prima al San Leonardo, poi stato trasferito in elicottero in un centro specializzato a Brindisi.

Purtroppo, Gabriele Coppola non ce l’ha fatta: le ferite riportate a causa dell’incendio erano troppo gravi. Il comune di Casola è in lutto: la comunità è immersa nel dolore che ha colpito l’uomo e la sua famiglia.

Intanto, i Carabinieri indagano sul tragico accaduto: pare che a innescare l’incendio possa essere stato un mozzicone di sigaretta che ha incendiato il piumone.

Potrebbe interessarti: Incendio nel napoletano, c’è un ustionato grave

Seguici su Facebook. CLICCA QUI.

 

 

Leggi anche