Cardarelli, si provvede alle “barelle insufficienti” dopo i servizi di Striscia



Cardarelli

È una situazione critica quella che investe l’ospedale Cardarelli di Napoli, poche barelle per troppi malati e la Sanità urla un nuovo caso di “barelle insufficienti”

Le telecamere di “Striscia la notizia” , il tg satirico nazionale,  hanno più volte raggiunto i corridoi del Cardarelli mettendo in risalto una vera e propria emergenza: degenti adagiati su improvvisate lettighe per assenza di barelle e di posti letto.

A quanto pare gli interventi di Striscia e in particolare i sopralluoghi dell’inviato Luca Abete, sono valsi un immediato provvedimento, infatti è stato stanziato per il Cardarelli di Napoli, il potenziamento del servizio ambulanze con dotazione di nuovi mezzi.

Inoltre è stato disposto anche l’ampliamento dell’area dedicata alla radiologia con conseguente reclutamento di nuovo personale specializzato. L’azione di intervento sanitario, interesserà anche altre sedi di Pronto Soccorso, da Pozzuoli a Frattamaggiore, così da ovviare al problema dell’eccedenza di accessi al Cardarelli e quindi spalmare l’assistenza nei punti limitrofi.

Le misure sono state decise durante una riunione avvenuta alla presenza del presidente della Regione Vincenzo De Luca, il quale ha sottolineato una certa tempestività nell’agire fissando i termini ultimi e ha ricordato il sussidio congiunto di altri enti e istituzioni:

“Tutti devono partecipare  alla risoluzione delle criticità del Cardarelli per poter dare finalmente una svolta concreta, come abbiamo ribadito, entro l’estate”.

Leggi anche