Cardarelli, ennesima rissa. Vigilante preso a colpi di spranga (VIDEO)

Cardarelli rissa
Fonte: "Il Meridianonews"

Cardarelli, ennesima rissa e questa volta a colpi di spranga: è stato pestato un vigilante nel parcheggio dell’ospedale

Ennesima rissa avvenuta fuori all’ospedale Cardarelli di Napoli. Questa volta è successo all’interno del parcheggio della struttura: un vigilante è stato preso a sprangate. Il fatto, avvenuto anche sotto gli occhi dei bambini presenti, è stato sin da subito segnalato al Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli. Non si conoscono ancora l’identità degli aggressori, né i motivi che hanno spinto a tale violenza; è noto solo tutto ciò che risulta ben visibile all’interno del video.

Rissa nel parcheggio del Cardarelli di Napoli, aggredita una guardia giurata. Verdi: “Abbiamo segnalato la vicenda alla direzione dell’ospedal

Rissa nel parcheggio del Cardarelli di Napoli, aggredita una guardia giurata. “Abbiamo segnalato la vicenda alla direzione dell’ospedale, si faccia chiarezza sulla vicenda. Chiediamo presidi fissi di Polizia negli ospedali per mettere fine a questa ondata di violenza.”

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Venerdì 5 giugno 2020

 

“Gli episodi di violenza all’interno delle strutture ospedaliere non sono, purtroppo, una novità ma rappresentano quasi una consuetudine. La violenza non è tollerabile, qualsiasi sia il motivo scatenante, soprattutto se è perpetuata all’interno di un luogo o una struttura pubblica dove si mette in pericolo l’incolumità di altri cittadini e viene praticata su categorie di lavoratori come operatori sanitari e guardie giurate che mettono a rischio la propria salute ed incolumità per salvaguardare i cittadini”, spiega il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli al conduttore radiofonico Gianni Simioli.

“Abbiamo segnalato l’episodio alla direzione del Cardarelli, chiediamo che si faccia chiarezza su questa vicenda, i responsabili dovranno essere individuati e puniti in modo severo. Gli ospedali devono essere luoghi sicuri, soprattutto in questo momento in cui siamo ancora in emergenza sanitaria, per questo riteniamo doveroso che i pronto soccorso e le strutture ospedaliere siano vigilate da presidi fissi di forze dell’ordine, bisogna mettere fine a questa ondata di violenza” – ha poi concluso.

Leggi anche: https://napoli.zon.it/-due-medici-risultano-nuovamente-positivi-al-covid/

Seguici su Facebook. CLICCA QUI.ri