15 Novembre 2022

Calcio Napoli, Chiariello: “Chi contesta De Laurentiis è ignorante”

Calcio Napoli, Chiariello su De Laurentiis: "Qualcuno lo contesta, tutta gente che non capisce quanto è difficile il calcio di oggi"

CALCIO NAPOLI

Calcio Napoli, interessante riflessione di Umberto Chiariello su De Laurentiis e sulla situazione attuale della squadra. A Radio Napoli Centrale, Chiariello è intervenuto nel corso di Un Calcio alla Radio con il suo editoriale.

“Quando il calciatore decide, come Fabian Ruiz, di non voler firmare, lo perdi a 0. Il contratto vale solo se il calciatore si accontenta, rinnova, aumenta. Oltre a questa vicenda penosa dell’unilateralità del contratto si è aggiunto il taglieggiamento”.

Poi su Haaland: “Il Napoli, come ha dichiarato Giuntoli, aveva scoperto per primo, sulla propria pelle, quanto è forte Haaland perché ha incontrato il Salisburgo, un piccolo grande fenomeno. Il Napoli pronto a versare i 25 milioni al Salisburgo, l’aveva preso, ma il papà di Haaland voleva 20 milioni in più, da parte, per darlo al Napoli. Il Borussia Dortmund ha dato 25 milioni al Salisburgo e 20 al padre, l’ha preso sapendo che l’avrebbe rivenduto a 100 e passa milioni. È corretto dare 20 milioni di commissioni?

Chiariello si è poi espresso su Rabiot e Pogba: “Rabiot è un punto fermo della Juventus perché sua madre al Manchester United ha chiesto la Luna. È corretto impostare trattative come faceva Raiola con operazioni addirittura occulte? La Juventus fu multata, ad esempio, sul caso Pogba”.

Non è mancato un accenno a De Laurentiis e alla situazione attuale del Napoli: “A Napoli qualcuno contesta De Laurentiis, ma è tutta gente ignorante che non capisce quanto è difficile questo calcio di oggi. Noi andiamo alla sosta di Natale primi in campionato, primi in Champions, avendo i conti a posto. Voi lo chiamate miracolo? No, io lo chiamo avere gli attributi. Un presidente così non lo idolatro, ma mi chiedo chi ce l’ha un presidente con queste capacità. Noi lo contestiamo senza renderci conto che se ci fosse un calcio giusto, ad oggi, avremmo Haaland. Alla fine, è arrivato Osimhen, teniamoci Victor, uomo della provvidenza”.

Potrebbe anche interessarti: Calcio Napoli: Kim Minjae ne compie 26