Bosco di Portici, così come non l’hai mai visto

bosco

Bosco di Portici, nella conferenza stampa in occasione della riapertura, il sindaco Nicola Marrone si rivolge al sindaco di Napoli

“In un’amministrazione contano sì la mente ed il raziocinio, ma conta anche il cuore”, queste le parole del Sindaco di Portici Nicola Marrone che si rivolge al collega De Magistris.

Circa due anni fa il bosco di Portici è stato sottoposto a lavori di ristrutturazione che dal Giugno 2014, a seguito della bufera che colpì la città e che vide la distruzione di più di duecento alberi, furono accompagnati a lavori di messa in sicurezza e ripristino.
Finalmente stamattina ha avuto luogo la riapertura del bosco, anche se si tratta di una riapertura parziale e non effettiva.
Parziale perché riguarda solo la prateria e la zona che va dall’ingresso di Corso Umberto I alla fontana, non effettiva perché la riapertura al pubblico si avrà ufficialmente Giovedì 2 Luglio.
Presenti stamattina il Sindaco di Portici Nicola Marrone, il sindaco di Napoli e della Città Metropolitana, Luigi De Magistris, insieme ad altri membri dell’amministrazione come la Dott.sa Teresa Rubinacci, coordinatore d’area per la gestione del patrimonio.
Alle 11.30 sono stati aperti i cancelli e sono state mostrate le zone agibili, in particolare la fontana completamente rinnovata, molto più bella esteticamente.
Alle provocazioni dei cittadini che fanno notare che l’assenza di un parapetto può costituire pericolo per i bambini il sindaco di Napoli risponde ironicamente: “Nemmeno in piscina ci sono i parapetti eppure i vostri figli ce li portate”.
La visita è proseguita per la prateria per poi finire, passando per il galoppatoio, nella facoltà di Agraria, dove si è tenuta la conferenza stampa.
Interviene per primo Nicola Marrone che specifica che i lavori per l’apertura definitiva sono ancora in corso e termineranno non appena saranno stanziati i fondi necessari, già stanziati in passato ma che poi hanno subito uno stop a causa della spending review a cui sono soggetti i comuni.
Sull’importanza del bosco per i cittadini e per il turismo si soffermano sia De Magistris sia il Rettore della facoltà di Agraria, i quali hanno approfittato per fare presente la volontà di valorizzare tutto il complesso del bosco, della facoltà e dell’Herculanense Museum che sono fiori all’occhiello della città di Portici e, come precisa Marrone, di tutto il Miglio d’oro.
Uno dei modi per valorizzare tutto il complesso è rappresentato anche dal progetto di esporre tutte le opere che non trovano spazio nei musei di Napoli, in particolare il museo archeologico, proprio lì, nel complesso museale.
“Tra persone intelligenti, ci si comprende” afferma in merito il sindaco di Portici, facendo riferimento al piacere di collaborare con l’università Agraria, “una ricchezza, sia in campo scientifico che museale”, e con lo stesso De Magistris, che, al riferimento all’importanza del cuore nell’amministrazione di una città risponde che “senza cuore nei quattro anni di governo si sarebbe di sicuro crollati”.