Blocco del traffico a Napoli: allarme inquinamento atmosferico



nuovo dispositivo di traffico per l'Arenella

È stato predisposto il blocco del traffico a Napoli con deroga fino al 31 di dicembre. Causa: peggioramento delle condizioni di inquinamento atmosferico.

Blocco del traffico valido fino al 31 marzo 2017, nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì. Questa la precedente disposizione segnalata dal comune di Napoli nell’ambito della salvaguardia dell’ambiente.

Il dispositivo di blocco inerente le buone norme di una salubre circolazione ha subito un ulteriore aggiornamento a causa di un vero e proprio allarme di inquinamento atmosferico.

La nuova disposizione recentemente comunicata, aggiunge la giornata di oggi e si protrae fino al 31 dicembre 2016. A partire dal 1 gennaio 2017, varranno le imposizioni precedentemente comunicate: il divieto verrà applicato il lunedì, il mercoledì e il venerdì, fino al 31 marzo del 2017.

Ad indurre il comune verso l’enunciazione del provvedimento restrittivo, una nuova violazione da parte dei napoletani, del limite giornaliero relativo alle immissioni di polveri sottili. Limite imposto e non rispettato per l’ennesima volta, esattamente per la 35esima in un anno.

Ecco arrivare il blocco del traffico, segno di un impegno civile presente e attivo, anche in vista dall’alto tasso di malattie registrate in Campania negli ultimi 10 anni.  Un campanello d’allarme che ha destato l’attenzione del comune.

Per quanto riguarda la nuova comunicazione: i veicoli non potranno circolare il lunedì, il martedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30.

Storia diversa per le auto a GPL o metano, le auto elettriche, i veicoli euro 4 e successivi e per le categorie speciali ai quali invece sarà consentita la circolazione.

per ulteriori informazioni e per l’elenco completo dei veicoli esenti dal dispositivo di blocco, consultare il sito del Comune di Napoli.

Leggi anche