Balneazione vietata per Via Napoli



balneazione

Balneazione vietata per il lungomare di via Napoli dato l’esito sfavorevole delle analisi effettuate dall’Arpac. Il sindaco di Pozzuoli firma l’ordinanza

Dura vita per i bagnanti quest’anno, dato che arriva un nuovo divieto di balneazione per il tratto di mare che va dal Rione Terra fino alla parte  iniziale di via Napoli.

Ordinanza, la numero 52 del 16/06/2016,  firmata dal primo cittadino di Pozzuoli Figliolia che dispone in questo modo  il repentino divieto di balneazione nel tratto di mare che va dal Rione Terra fino Anema e Cozze Napoli Ristorante Pizzeria Via Partenope , 15/18 80121 Napoli (NA) Tel. 081 2400001all’altezza del civico 89 di corso Umberto.

Le analisi effettuate dall’Arpac “su campioni di acqua marina prelevati nei punti di monitoraggio del litorale in data 14 giugno 2016, parlano chiaro, l’acqua è inquinata e non è possibile la balneazione.

Si tratta di liquami provenienti da Napoli, presenti all’altezza del monte Olibano, la cui presenza deriverebbe  dal malfunzionamento del sistema fognario in particolare del vecchio collettore fognario di età  borbonica del Comune di Napoli.

Secondo quanto stabilito dai  tecnici comunali flegrei, la rete fognaria borbonica, usata dal Comune di Napoli per convogliare le acque reflue verso il depuratore di Cuma, trasborderebbe in presenza di cospicue precipitazioni  L’esito negativo , determina dunque il ricorso necessario al divieto di balneazione nel tratto registrato finchè non giunga  una nuova comunicazione dell’Arpac.

Leggi anche