“Oggi vi ammazziamo”: attivisti Friday For Future caricati dalla Polizia. VIDEO



fridaysforfuture

Gli attivisti e le attiviste di di Friday For Future Napoli sono stati caricati dalle Forze dell’ordine, questa mattina, alle porte di Castel Dell’Ovo. Arrestati due strikers

NAPOLI, 2 DICEMBRE – Alle porte di Castel Dell’Ovo, questa mattina, Carabinieri e Polizia hanno caricato un gruppo di attivisti di Friday For Future.

I contestatori, in occasione della COP21 Mediterranea, avevano occupato l’ingresso del Castel Dell’Ovo, sedendosi sul ponte d’ingresso per bloccare l’entrata. Spiegano i manifestanti: «L’evento che ospiterà i ministri dell’ambiente di tutto il Mediterraneo è un contenitore vuoto che non solo non prenderà alcuna soluzioni ma non ha neanche in programma discussioni in merito al cambiamento climatico».

Durante la contestazione pacifica, gli attivisti sono stati prima caricati da polizia e carabinieri, trascinati in terra e respinti con scudi e manganelli fino all’uscita dal ponte.

Durante la carica due attivisti sono stati fermati e portati in Questura. Secondo quanto raccontato dagli strikers, le forze dell’ordine, durante lo sgombero, hanno più volte inveito contro anche con minacce come “oggi vi ammazziamo“.

I video e le foto, pubblicati sulla pagina Facebook “Friday For Future Napoli” testimoniano la violenza usata dalle forze dell’ordine con cui sono stati sgomberati i manifestanti. Inoltre, come si può notare, il presidio era composto prevalentemente da studenti e studentesse di istituti superiori e università.

FFF Napoli: «Abbiamo bisogno di azioni concrete per il contrasto del cambiamento climatico»

Nel post di denuncia, gli attivisti di Friday For Future ribadiscono quali sono le loro richieste.

«Abbiamo bisogno – spiegano – di azioni concrete per il contrasto del cambiamento climatico. Gli avvenimenti che si susseguono sempre più nel mondo dimostrano che è troppo tardi per continuare a parlare. Abbiamo bisogno della riduzione immediata delle emissioni di CO2 e della uscita dal fossile, vogliamo una transizione reale e non atta solo al mantenimento dei profitti di chi ha inquinato la nostra terra».

Gli strikers, inoltre, hanno annunciato una conferenza stampa e un’assemblea pubblica che si terrà oggi alle 15.00 a Porta di Massa.

LEGGI ANCHE: Napoli, auto corre a tutta velocità con un bambino nel cofano. Scatta la denuncia

SEGUICI SU FACEBOOK. CLICCA QUI.

Leggi anche