Assenteisti in Ospedale, 94 indagati e 55 arrestati



assenteisti

Assenteisti presso l’ospedale Loreto Mare. 94 indagati e 55 arresti, più domiciliari per un neurologo, ginecologo, 9 tecnici di radiologia e 18 infermieri

ASSENTEISTI–  Da tempo i dipendenti dell’ospedale ” Loreto Mare”,  erano sotto osservazione dai Carabinieri del Gruppo tutela salute e del Nas di Napoli. Questi infatti, hanno inserito presso la struttura ospedaliera una molteplicità di telecamere in modo da immortalare e dunque individuare, gli episodi di assenteismo. Questo fenomeno ha generato come conseguenza, restrittivi per truffa ai danni di Eente pubblico e falsa attestazione di presenza.

Come riporta “napoli.repubblica“, l’indagine è durata ben due anni, portando alla luce ben 55 arresti , 94 indagati, più i domiciliari per un neurologo, un ginecologo, 9 tecnici di radiologia e 18 infermieri. In aggiunta tra gli indagati assenteisti vi son anche due operatori socio sanitari, che, quotidianamente, strisciavano 20 badge per coprire altri colleghi che in quel momento non si presentavano al lavoro.

Ciò che forse desta più scalpore è un episodio che rende protagonista un medico, il quale, mentre era in servizio, prendeva il taxi e andava a giocare a tennis, oppure sbrigava faccende personali. 

E’ evidente che tale fenomeno si sta estendendo sempre più. E’ evidente che il lavoro non è visto più né come un diritto né come un dovere, ma semplicemente come un peso. Eppure molti giovani non riescono a trovare una sistemazione dignitosa per poter scrivere il loro futuro. E’ evidente che in una struttura ospedaliera e dunque in un luogo in cui si dovrebbe garantire la massima diligenza e il rispetto dei pazienti, i dipendenti di tale struttura non hanno alcun interesse a garantire tutto ciò, ma preferiscono soddisfare dei propri bisogni personali, anche futili, pur di non lavorare. 

Certo è che ogni cosa sta perdendo il suo significato originario, ogni cosa viene maltrattata e abbandonata. Bisognerebbe intervenire nel modo più rigido possibile per garantire i DIRITTI ai cittadini, napoletani ed italiani. Bisognerebbe intervenire per promuovere il lavoro e il rispetto, tutte cose che ad oggi sembrano essersi perse.

Leggi anche