“Andate via, il virus lo avete portato voi!”, Bengalesi aggrediti a Palma Campania

bengalesi aggrediti palma campania
Foto di repertorio

Episodio di xenofobia ed intolleranza a Palma Campania, due Bengalesi aggrediti perché considerati portatori del Coronavirus

”I Bengalesi portano il virus: andate via, il virus lo avete portato voi!”, queste le parole rivolte da alcuni ragazzi di Palma Campania a due Bengalesi, aggrediti fisicamente e verbalmente.

I fatti risalgono a giovedì scorso quando alcuni giovani palmesi hanno affiancato l’auto di due ragazzi stranieri e li hanno aggrediti con schiaffi, sputi ed insulti. Quando, poi, i due ragazzi sono scesi dall’auto per chiarire e calmare la situazione, hanno continuato a picchiarli e ad insultarli.

I due sono dovuti ricorrere alle cure mediche.

Una volta tornati dall’ospedale, però, ad aspettarli sotto casa c’era un gruppo di cittadini infuriati. Hanno continuato ad insultarli e ad aggredirli fisicamente anche davanti alla caserma dei Carabinieri, danneggiando anche la loro auto.

Secondo quanto riporta “Vesuvianonews“, una delle due vittime è Muhammad Mahbubur Rahman, conosciuto come Bablu’, un ragazzo di origine Bengalese, collaboratore della forza pubblica, dei tribunali, degli ospedali. Insegna l’italiano agli stranieri ed è spesso a contatto con la Polizia per indagini su terrorismo e corruzione.

Il ragazzo si impegna svolgendo il ruolo di “mediatore” tra la comunità di Palma Campania e quella Bengalese ed ha anche tradotto per i suoi conterranei le norme da seguire per arginare il contagio da Covid-19.

L’aggressione, illogica ed ingiustificata, palesa germi di ignoranza e di razzismo, forse i più difficili da debellare.

L’accaduto è stato ovviamente denunciato alle autorità competenti.

Anche il Sindaco di Palma Campania si è espresso in merito all’increscioso episodio, scrivendo sulla sua pagina Facebook:

#CORONAVIRUS E IMBECILLI
È notizia di qualche ora l’aggressione subita da un nostro concittadino ad opera di alcuni criminali imbecilli che, con un gesto violento e senza alcun senso, stanno contribuendo solo ad avvelenare un clima già teso. Gesti del genere vanno condannati senza se e senza ma. Sono gesti che celano razzismo e ignoranza. Nulla altro.

Con la comunità del Bangladesh, che risiede sul territorio, abbiamo attivato, già da settimane, una proficua collaborazione per mettere in campo tutte le buone pratiche per prevenire l’arrivo del virus qui in città.

Bisogna collaborare ed avere senso di responsabilità in questi momenti. Questi episodi vanno isolati e condannati. Tutto ciò non deve appartenere alla nostra comunità.”