Agguato Annamaria Palmieri, non si esclude la pista passionale

Agguato Annamaria Palmieri

Agguato Annamaria Palmieri. Precedenti per associazione mafiosa, droga e reati contro il patrimonio e la presunta doppia vita. Le indagini non escludono il movente passionale

Agguato Annamaria Palmieri, spuntano nuovi dettagli.

Freddata lo scorso 21 Gennaio con tre colpi di pistola al volto, sotto casa del figlio in via Alveo Artificiale, la donna è stata vittima di una esecuzione che solitamente è riservata ai boss della malavita.

Ma la 54enne napoletana pare non ricoprisse che un ruolo marginale all’interno del clan Formicola, di cui era la “tuttofare“.

Consegne di piccole quantità di droga, accompagnamento di pregiudicati in fuga, un episodio di estorsione, tutti reati per i quali non aveva subito alcuna condanna.

Conosciuta nell’ambiente con il soprannome ‘Nino D’Angelo’ per il suo caschetto biondo, la donna era moglie del boss Ciro Formicola e madre di un figlio.

Diverse le ipotesi seguite dagli inquirenti.

Si indaga su presunti sgarri che Annamaria avrebbe potuto commettere ai danni del suo clan, ma non è da escludere l’ipotesi di una vendetta trasversale.

Le forze dell’ordine seguono, infatti, da mesi lo scontro che vede contrapposto il cartello formato da alcune famiglie di San Giovanni (i Rinaldi, i Reale e i Formicola) al clan dei Mazzarella.

I due clan si contendono il controllo della vasta zona, che parte dall’area orientale e arriva fino a Forcella, ovvero l’area delle Case Nuove e del Mercato.

Proprio in Via Giacomo Savarese, un’ora prima dell’agguato ai danni di Annamaria, è stata registrata una spedizione punitiva sotto casa di Ciro Mazzarella.

In questo complesso e delicato quadro investigativo, gli inquirenti non si sentono al momento di escludere nemmeno il movente passionale.

Ultimamente, infatti, la 54enne si sarebbe legata sentimentalmente ad una donna, anche lei appartenente ad una famiglia malavitosa della zona. Pare che da due anni le due avessero deciso di avviare una convivenza.

Si indagherà probabilmente anche in questa direzione.

Per restare aggiornato su questo ed altri fatti di cronaca, clicca qui.