19 Gennaio 2023

Aggressione pronto soccorso Acerra: in 7 contro 3 operatori sanitari

Aggressione pronto soccorso Acerra : nella clinica di Villa dei Fiori 7 familiari di un 17enne hanno picchiato 3 operatori sanitari

Aggressione pronto soccorso Acerra

Aggressione pronto soccorso Acerra: Ancora un altro episodio di violenza nei confronti del personale medico-sanitario, è la numero 3 del 2023 nell’Asl Napoli 2. A denunciare l’incresciosa vicenda è stata l’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate“, che in un post sulla sua pagina Facebook ha raccontato l’accaduto.

Aggressione pronto soccorso Acerra :

«Sono le 15.00 quando al pronto soccorso di Villa dei Fiori di Acerra si presenta una famiglia di 7 persone con un ragazzo di 17 anni che lamenta dolore addominale e vomito. Come nella maggior parte dei casi, la famiglia pretende la visita immediata, ma l’infermiere di triage li invita ad attendere».

Ed è davanti al rifiuto della richiesta di saltare la fila che i familiari del ragazzo perdono le staffe e si scagliano contro i sanitari, arrecando anche danni alla struttura ospedaliera e alle apparecchiature.

A finire nel mirino della follia dei 7 “barbari” sono state due infermiere e un soccorritore del 118 che si trovava lì per il trasporto di un paziente.

“Nessuno tocchi Ippocrate” ha annesso al testo anche le foto-testimonianza dell’aggressione, nelle quali si vedono i segni riportati sul collo dalle infermiere aggredite e la mano ferita del soccorritore del 118.

Aggressione pronto soccorso Acerra – L’associazione, da anni impegnata nella difesa dei professionisti sanitari, ha sollecitato per l’ennesima volta l‘intervento immediato delle istituzioni, scrivendo:

«Non è più tempo di aspettare, serve la polizia subito! In tutti i pronto soccorso della regione Campania! Anche perché le foto che ha avuto in esclusiva “Nessuno tocchi Ippocrate “ sono molto simili a quella della collega medico che hanno tentato di strangolare ad Udine…..da noi questa è la normalità (purtroppo)».

Le aggressioni negli ospedali della Campania sono all’ordine del giorno: una situazione vergognosa e inammissibile.

Potrebbe interessarti leggere anche : Associazione Nessuno tocchi Ippocrate: aggressioni continue