Afragola: spazzini scioperano perchè non vengono pagati!

Afragola

Spazzini di Afragola in protesta perché non pagati in modo puntuale. Da circa due giorni la raccolta rifiuti non avviene in tutte le zone della città

Trovare rifiuti in giro la domenica mattina significherebbe che non sono stati raccolti il sabato. In realtà il sabato è il giorno in cui ad Afragola non è previsto il deposito dei rifiuti. Allora non sono quelli di ieri, bensì i residui di venerdì –  a cui gli addetti non avrebbero provveduto del tutto per una semi-protesta.

Sono giorni di disordine, lo stesso che risulta nella gestione di una ditta e nella consegna degli stipendi. La situazione però non risulta essere così grave ovunque – almeno non ancora. Sono mesi che si succedono ritardi di pagamento nel comune di Afragola e la risposta degli operatori ecologici è quella di una protesta che per il momento resta parziale e si traduce in un semplice stato di agitazione: “qualcuno lavora ma non stiamo lavorando come dovremmo”. Un gesto di avvertimento che nasconde la speranza di voler rimanere tale. Se la situazione non cambia, maggiore movimento è previsto nella città di Afragola a partire da lunedì. L’intenzione è quella di chiedere, ancora, semplicemente ciò a cui si ha diritto, e nel caso in cui la situazione persistesse allora si è pronti a mettere in atto un vero e proprio sciopero con assemblee e totali assenze sul posto di lavoro. La situazione potrebbe degenerare. È bene che ci si faccia sentire, sarebbe meglio se non ce ne fosse il bisogno!

Non è la prima volta che succede una cosa del genere, gli spazzini così come altri operai sono costretti a vivere situazioni alle quali spesso ci si deve attenere. Senz’altro stiamo vivendo in un periodo poco felice in molti campi, e gli operai sono quelli che ne risentono di più – soprattutto per quelle categorie che sono tenute a svolgere un lavoro manuale – ma il più delle volte situazioni del genere sono provocate da una crisi di valori anzichè dalla crisi economica che stiamo attraversando. La crisi c’è, ma sono di più le persone senza coscienza! Per quanto riguarda gli spazzini, la situazione è sicuramente in bilico, nell’attesa di una reazione da parte della ditta.