Ultras Curva B, sciopero allo Stadio San Paolo col Lecce

Ultras Curva B in protesta per Napoli-Lecce.

Gli ultras della Curva B a poche ore dal fischio d’inizio di Napoli-Lecce hanno deciso di non presentarsi per sostenere gli azzurri

Sembrava una Domenica come tutte le altre. L’entusiasmo era palpabile ed il colpo d’occhio offerto dallo Stadio San Paolo sembrava meraviglioso. Eppure, a poche ore dall’inizio di Napoli-Lecce, gli Ultras della Curva B hanno deciso di non entrare nel settore a loro dedicato per sostenere i loro beniamini. In particolare, i sostenitori azzurri avrebbero maturato la scelta di non presenziare sugli spalti circa un’ora prima del match.

Un’ennesima presa di posizione forte da parte degli Ultras, che continuano la loro battaglia contro il regolamento che a loro parere, gli impone regole troppo rigide e gli vieta di tifare liberamente.

Andiamo ora ad analizzare le motivazioni che hanno portato gli Ultras azzurri ad un gesto così forte e significativo. I tifosi si sono ribellati ad un sistema regolamentare che gli impone di non usare megafoni per incitare i giocatori, di non portare con se bandiere che disturbino la visuale. Inoltre la loro protesta è rivolta anche alla Società, che per loro ha adottato una politica non proprio popolare per i biglietti di Champions League col Barcellona.

Un altro problema per cui gli Ultras si battono sono le continue sanzioni arrivate per chi non rispetta il posto assegnatogli all’acquisto del biglietto. Insomma, il Napoli con il sostegno degli Ultras ha battuto Lazio e Juventus, mentre invece senza il loro supporto ha faticato molto. In particolare ieri è arrivato un ko per certi versi inatteso contro un Lecce attento ed affamato.

La situazione resta spinosa ed alquanto indecifrabile: cosa succederà dopo questa protesta? Società e regolamento verranno incontro ai tifosi azzurri per permettere loro di seguire la squadra da vicino? E soprattutto riusciranno i calciatori azzurri a riconquistare l’affetto e l’appoggio dei tifosi? Seguiranno aggiornamenti.

SEGUICI SU FACEBOOK: CLICCA QUI