Truffatori a Ischia, carte di credito clonate per un soggiorno sull’Isola

ischia

Da Napoli a Ischia: truffatori in vacanza. Usavano carte di credito clonate per pagarsi il soggiorno in albergo

Sono scattate delle denunce per delle prenotazioni alberghiere effettuate con carte di credito clonate. E’ stato scoperto grazie al lavoro del Vice Questore Aggiunto Mannelli e degli agenti del commissariato di Polizia di Ischia.

La Polizia è stata allertata nel primo pomeriggio da parte del titolare di una struttura ricettiva dell’isola di Ischia. I sospetti sono sorti quando una coppia di Secondigliano si era presentata con una ricevuta di un soggiorno acquistato tramite un noto sito internet. Il pagamento sarebbe avvenuto online tramite carta di credito contraffatta

Subito dopo è stato il momento di altre tre ragazze della Sanità che si erano presentata dalla stessa struttura pretendendo il soggiorno che avrebbero acquistato su internet sempre con la stessa meccanica truffaldina messa in atto dalla coppia precedente.

Nei giorni scorsi si sono registrati già numerosi casi analoghi di transazioni al quanto sospette che subito sono state segnalate da alcuni gestori di strutture ricettive.

I pagamenti, inseguito ad alcune indagini, risultavano essere addebitate su conti correnti i cui proprietari erano allo scuro di queste operazioni

Si è scoperto che sono delle associazioni criminali che mettono in rete alcuni codici di accesso di carte di credito dei maggiori gestori di servizi bancari. E’ stato possibile scoprire che alcune transazioni sono state accreditati a persone che risiedono nei “paradisi fiscali”

Ovviamente la Polizia invita tutti i titolari di apparecchiature POS di segnalare immediatamente ogni operazione sospetta così com’è accaduto nel caso di alcuni alberghi dell’Isola d’Ischia