Truffa a Casoria, arrestato un commerciante dai carabinieri



Truffa a Casoria
Fonte foto: immagine di repertorio "Il Faro di Roma"

Truffa a Casoria, i carabinieri hanno arrestato un commerciante di 29 anni per aver alterato i dati sul consumo di corrente elettrica

Truffa a Casoria– Oggi i carabinieri hanno tratto in arresto un giovane di 29 anni per truffa.

Infatti, il ragazzo, proprietario di un piccolo negozio, sarebbe colpevole di aver alterato i dati sul consumo di corrente elettrica, modificando le bollette dell’ENEL.

A darne notizia è il quotidiano online Pragma Magazine.

Per la frode, il commerciante avrebbe usato il classico trucco della calamita.

Si tratta di una strategia semplice su base scientifica. Basta inserire all’interno di un contatore trifase una calamita, così che la presenza del magnete saturi il nucleo del TA (Trasformatore Amperometrico). La tensione in uscita sarà, quindi, uguale a zero e il trasformatore non funzionerà più correttamente.

In questa maniera, come spiegato dal blog tecnologico Mega Watt Italy, i dati sul flusso di corrente risulteranno del tutto alterati.

Sono stati proprio i dati poco lineari ad aver destato sospetti nel locale centro di fornitura elettrica ENEL. Così un team di tecnici e una pattuglia di carabinieri hanno approfondito la questione e scoperto la frode.

Il 29enne, reo di ben 45000 euro di danni, sarà processato per direttissima.

Seguiranno aggiornamenti sulla vicenda.

Leggi anche