Trasporti ritorno al passato, biglietto sul bus



sciopero anm

Novità per i trasporti targati Anm. Da questo autunno ritorno al passato, sarà possibile fare il biglietto proprio sopra gli autobus, per combattere i furbetti napoletani

Quante volte abbiamo ascoltato dalle bocche dei nostri genitori o addirittura dei nostri nonni la fatidica frase “era meglio quando c’era il bigliettaio a bordo dei nostri mezzi pubblici!?” Bhè molto probabilmente la loro tanto sognatrice frase in ricordo dei bei tempi andati torna a realizzarsi in questo autunno 2016 per i trasporti napoletani.

L’azienda napoletana mobilità Anm annuncia un autunno di cambiamento per i mezzi pubblici napoletani. A partire da questo autunno un provvedimento darà la possibilità di rendere acquistabile il biglietto sull’autobus. Ad ottobre partirà una sperimentazione al riguardo.

Il provvedimento nasce per porre rimedio a tutti i cosìdetti evasori del biglietto. Le statistiche di questa estate hanno infatti evidenziato un veloce aggravarsi della situazione: più di 20 milioni persi, per i più disparati motivi o chiamiamole anche scuse, che parlandoci chiaramente potevano essere spesi per il miglioramento delle linee cittadine che tutt’oggi non riescono a soddisfare i cittadini di Napoli.

L’idea di Alberto Ramaglia, amministratore di Anm, è togliere ogni alibi ai cittadini furbetti. Ulteriore novità sarà la presenza della polizia municipale sugli autobus, anche per combattere gli atti di vandalismo contro i mezzi e gli atti di violenza fisica a danno degli autisti, a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi.

Leggi anche