Trafitto con una katana e picchiato con una mazza da baseball, 42enne in fin di vita

trafitto
Si ringrazia per l'immagine il "Corriere del Mezzogiorno"

Trafitto con una spada giapponese e colpito con una mazza da baseball. Tratti in arresto i due colpevoli dell’aggressione

I Carabinieri della Stazione di Poggioreale hanno tratto in arresto un 22enne del Rione Luzzatti che, la sera del 6 Gennaio, insieme ad un complice di 34 anni, aveva organizzato una spedizione punitiva riducendo in fin di vita un uomo di 42 anni.

L’uomo era stato colpito dal 22enne con una mazza da baseball e trafitto dal 34enne con una katana, una spada giapponese di 87 cm.

L’arma è stata poi recuperata dai militari lungo la statale 162 nei pressi dello svincolo per Pomigliano d’Arco, dove era stata abbandonata dai due aggressori.

Il movente dell’aggressione sembra essere quello passionale.

Secondo quanto riporta NapoliToday, i malfattori sono stati entrambi bloccati dalle forze dell’ordine.

Il 34enne era già stato fermato dalla Polizia il 7 Gennaio. Il 22enne, già noto alle autorità, è stato arrestato per concorso il tentato omicidio e condotto in carcere.

L’uomo di 42 anni è tuttora ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di terapia intensiva presso l’Ospedale del Mare. E’ in pericolo di vita.