Torre Annunziata, donna si cedeva sessualmente per evitare calci e pugni



Torre annunziata
Torre Annunziata, donna si cedeva sessualmente per evitare calci e pugni

Torre Annunziata, donna costretta a cedersi al marito per evitare di essere picchiata davanti ai figli. Condannato a 11 anni e 6 mesi di carcere

A Torre Annunziata, nel mese di agosto, un uomo è stato arrestato in casa propria per maltrattamenti alla moglie.

Oggi il tribunale di Torre Annunziata ha emanato la condanna ad 11 anni e 6 mesi per l’uomo di 33 anni.

Nei mesi trascorsi, è avvenuta una variazione della pena grazie agli aggiornamenti nelle indagini.

Secondo la ricostruzione dei giudici, la donna non solo subiva calci, pugni e schiaffi davanti ai loro 3 figli, ma anche violenza sessuale. Era, infatti, costretta a cedersi sessualmente al marito per non essere picchiata.

Emerge dalle indagini che queste violenze erano iniziate già nei primi mesi di matrimonio, ma la donna non ha mai avuto il coraggio di denunciare il marito.

Per questo motivo, il giudice non ha riconosciuto nessuno sconto di pena al 33enne, il quale si trova in carcere già da agosto scorso.

 

 

 

Leggi anche