Terrore a Pozzuoli: un 25enne minaccia di farsi esplodere con degli ostaggi



Terrore a Pozzuoli
Fonte foto: esclusiva di Pozzuoli21

Terrore a Pozzuoli: un 25enne originario del posto ha preso in ostaggio l’intera palazzina minacciando di farla esplodere usando il gas

Terrore a Pozzuoli. 

La piccola città nel nord del napoletano ha il fiato sospeso da ben 12 ore.

Un 25enne originario del posto, ossia Giuseppe Di Bonito, avrebbe preso in ostaggio gli inquilini della palazzina Lotto 1 di via Vitaliano Brancati. Tra gli ostaggi ci sarebbero donne, bambini, anziani animali domestici e anche la stessa madre del ragazzo. Nel frattempo ben 36 famiglie dell’edificio sono fuggite dal sequestro e al momento si trovano nei giardinetti esterni

La notizia è stata riportata dai giornali locali Voce di Napoli e Cronaca Flegrea.

Secondo ambedue i quotidiani online si parla di trattative avviate dai carabinieri con Di Bonito, mentre sono arrivati anche i militari della polizia municipale e i vigili del fuoco.

Inoltre, stando ad alcune indiscrezioni, il ragazzo, armato di coltello, avrebbe minacciato di fare esplodere il Lotto 1 usando una bombola di gas aperta.

Sembrerebbe che il 25enne soffra di problemi psichiatrici. Infatti, avrebbe chiesto più volte di incontrare il sindaco per riottenere la sua dimora originaria, fatta evacuare per problemi con il bradisismo locale. Il suo desiderio, secondo le ultime notizie riportate dal giornale ll Mattino, sarebbe quello di richiedere un nuovo appartamento a via Napoli.

Seguono ulteriori aggiornamenti sulla vicenda.

Leggi anche