Taxi in sciopero: grandi disagi per i napoletani

taxi

Anche a Napoli i tassisti incrociano le braccia per protesta. Nessun taxi in città almeno fino a domani


Fermi tutti i taxi a Napoli. L’agitazione dei giorni scorsi che ha coinvolto gran parte dei tassisti italiani si è trasformata in una “assemblea spontanea e permanente”, che durerà almeno fino alla riunione col Ministero dei Trasporti che si terrà domani a Roma. L’esito dell’incontro sarà dunque decisivo per capire come si evolverà la situazione.

Lo sciopero è un segno di protesta contro il maxi emendamento del decreto mille proroghe, sul quale il Governo ha posto la fiducia. Il provvedimento spianerebbe la strada alle multinazionali come Uber, contro le quali già da molto tempo i tassisti italiani si battono.

Oggi sarà perciò difficile vedere taxi in giro per la città. La protesta è cominciata alle 8 di stamattina. All’aeroporto di Capodichino vengono allertati i passeggeri dello sciopero in corso, e vengono fornite informazioni per spostarsi tra gli snodi principali della città.

Situazione molto simile anche presso la stazione ferroviaria di piazza Garibaldi, dove i taxi sono fermi nei relativi posteggi, ma non effettuano corse, eccetto che per invalidi, anziani e medici che devono raggiungere i luoghi di cura.