Tangenziale di Napoli, dopo il danno la beffa: per i dipendenti Cassa Integrazione



tangenziale di Napoli

Tangenziale di Napoli, dopo lo stop al pedaggio sino al 5 novembre, arriva la Cassa Integrazione per 184 dipendenti

Tangenziale di Napoli, arriva la Cassa Integrazione per 184 dipendenti.

Dopo la sospensione del pedaggio prevista sino al 5 novembre e il caos creato dai lavori del viadotto di Corso Malta, la società ha annunciato l’immediata messa in Cassa Integrazione per i 184 dipendenti.

Ricordiamo che l’arteria interna a percorrenza veloce è l’unica Tangenziale in Italia in cui viene applicato il pagamento del pedaggio autostradale.

Contro la Cig si scaglia il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, tramite una nota diffusa alla stampa: “Ci lascia sbalorditi la notizia che la società tangenziale metterà da lunedì 28 ottobre e per ben 13 settimane in cassa integrazione 184 lavoratori su 324  e questo per eventi transitori e non imputabili alla società? Cioè le conseguenze dei lavori sul viadotto, necessari per assicurare la programmabile manutenzione dell’asse viario cittadino, unico in Italia a pagamento da 40 anni, ricadono sui lavoratori? Oltre che sulle migliaia di cittadini costretti da giorni a file estenuanti sulla Tangenziale? Davvero non ci sono parole per l’atteggiamento della società Tangenziale che fa pagare ad altri le colpe per una mancata programmazione dei lavori. Intollerabile!”.

Seguici su Facebook, clicca qui e resta connesso con NAPOLIZON.

Leggi anche