SSC Napoli, la notizia che preoccupa: previsto l’addio di Hamsik

Napoli

SSC Napoli: secondo alcune dichiarazioni, il calciatore slovacco lascerà la squadra partenopea per un nuovo contratto calcistico

SSC NapoliMarek Hamsik, il calciatore slovacco lascerà la squadra partenopea entro il mese di gennaio.

L’annuncio, che avrebbe dell’incredibile se quanto detto si realizzasse, è stato riportato da Calciomercato.com e risale ad alcune dichiarazioni avvenute in questa settimana.

Stando al progetto del nuovo allenatore Carlo Ancelotti, il calciatore rischiava di trasformarsi in un “jolly” anzichè uno specialista, infatti il suo ruolo potrebbe passare all’atleta 21enne guineano Amadou Diawara.

Juraj Venglos, agente di Hamsik, ha dichiarato di aver preparato un nuovo “futuro multimilionario”; egli ha trovato un nuovo contratto proposto da una squadra cinese. L’ addio di Hamsik al team napoletano potrebbe avvenire nel mese di gennaio del prossimo anno.

Diverso è il discorso di Martin Petras, membro dell’entourage di “Marekiaro“, il quale ha dichiarato su Napolimagazine.com le seguenti parole:

“[…] A Belgrado è stata una partita molto difficile, era il debutto europeo e gli avversari erano molto preparati: un punto non va buttato, poi è ovvio che in tanti aspettassero la vittoria. In Europa non è mai facile vincere, poi si può sempre fare di più. Senza Hamsik non si vince?[…]. Il futuro di Hamsik si decide a novembre? Ho sentito Marek poco fa, abbiamo letto i giornali ma non capisco da dove vengono queste informazioni. E’ una situazione un po’ particolare che non piace a nessuno, ma si va avanti. Marek è un nostro assistito e per noi deve essere sempre in campo per il suo valore ed il giocatore che è: poi il turnover ci può stare, ma in questo momento le cose stanno così. Non capisco le polemiche e le voci sull’addio, ha sempre dimostrato attaccamento. Mi sembra esagerato, nessuno ha parlato con nessuno e le informazioni sono infondate. Gestione di Ancelotti? Non dico nulla, perchè decide l’allenatore che fa il suo lavoro. Non facciamo polemiche, bisogna aspettare. Per il suo valore e per ciò che rappresenta, io dico che deve essere in campo. Io non sono l’allenatore, di questo si occupano altri. Io posso parlare di Marek e delle sue cose. Cosa mi ha detto Hamsik di queste voci? Gli ho mandato un messaggio, mi ha risposto dicendo qualcosa del tipo ‘E’ una ca..ata, ma che cavolo sono queste cose?’…”