Sorrento, l’Arpac svela le zone non balneabili



Sorrento

Pubblicate le analisi Arpac effettuate a Sorrento, che svelano la presenza di tratte di costa non balneabili; scoppia lo scontro con il sindaco

Notizie negative per tutti coloro che avevano intenzione di fare un bagno nel mare di Sorrento; i risultati delle analisi Arpac hanno svelato la non balneabilità di alcune tratte di costa della rinomata località a sud di Napoli, che hanno causato una reazione negativa da parte del sindaco del comune. Ci riferiamo soprattutto ad un tratto di Marina Piccola, dove è stata segnalata la presenza di 271 unità di enterococchi in 100 millilitri d’acqua (il massimo consentito è 200) e di 831 unità di escherichia coli su 500.

Marina Grande, che negli ultimi giorni era stata sottoposta al divieto di balneazione dall’Arpac, è invece stata dichiarata di nuovo balneabile attraverso un’ordinanza del Sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo, il quale aggiunge che solo 50 metri del tratto di Marina Piccola citato precedentemente non è balneabile, per la presenza degli aliscafi che attraccano in quel luogo. Si attendono, dunque,  ulteriori analisi per porre fine ad ogni incertezza sulla balneabilità o meno del mare sorrentino.

Le analisi Arpac effettuate su tutta la costiera sorrentina, uno dei gioielli della nostra terra, promuovono invece le località di Vico Equense, Meta e Massa Lubrense, dove la qualità delle acque è certificata da buona ad eccellente (ricordiamo che Massa Lubrense ha nuovamente ottenuto la Bandiera Blu da Legambiente).

Per ulteriori notizie sulla balneabilità delle coste napoletane negli ultimi giorni dell’Estate 2015, consultate questo articolo e continuate a seguire Napoli.ZON!

Leggi anche