Sono tornati: le pagelle di Napoli-Juventus

napoli-roma - Lorenzo Insigne
Immagine di repertorio

Napoli-Juventus, gli azzurri sono tornati: pagelle e tabellino della sfida del San Paolo a cura della redazione di NAPOLIZON

Napoli-Juventus, pagelle e tabellino del posticipo del San Paolo.

Napoli-Juventus, una sfida mai banale, ancor meno se questo Napoli si trovi per la prima volta in una astinenza di 3 punti che compromette seriamente classifica e stagione e sulla panchina bianconera ti trovi un ex come Maurizio Sarri.

Gattuso imposta una squadra a catenaccio, cercando di sfruttare la doti qualitative degli azzurri in fase di ripartenza. Il primo tempo la tecnica funziona e il Napoli riesce a tenere i bianconeri lontani dall’area e non impensierire Meret. Nel secondo tempo il Napoli inizia a prendere coraggio e ad imporsi su una Juve spaesata: così arrivano in sequenza i goal di Zielinski e Insigne.

La disattenzione finale che porta al goal di C. Ronaldo non scalfisce la prova superlativa degli azzurri che tornano a vincere in campionato contro l’avversario più ostico: Napoli-Juventus termina 2 a 1.

Tabellino:

Ammoniti: Demme (N), Bentancur (J), Rabiot (J), Hysaj (N), Bernadeschi (J), De Ligt (J), C. Ronaldo (J)

Reti: 63 Zielinski (N); 87 Insigne (N), 90 Ronaldo (J)

Recupero: 1 min pt, 4 min st

Napoli-Juventus, le pagelle a cura della redazione di NAPOLIZON:

Meret (6): gara attenta, peccato per la disattenzione sul goal di Ronaldo.

Hysaj (7,5): aveva Ronaldo davanti a se 6 anticipi riusciti su 6, mostruoso.

Manolas (7,5): unico centrale difensivo ormai da oltre un mese, fate una statua a questo ragazzo.

Di Lorenzo (6): continua a sacrificarsi in un ruolo non suo per il bene comune facendo il meglio che puo.

Mario Rui (6,5): gara quasi perfetta, caratterizzata da qualche solita imprecisione.

Zielinski (7,5): il polacco è tornato con una prestazione di qualità impreziosita dalla rete.

dal 81 – Helmas (sv)

Demme (7): un nome, la garanzia di una gara da leoni.

dal 69 – Lobotka (sv)

Fabian (5,5): torna nel suo ruolo ma senza brillare.

Callejon (6): gara ad andamento alternato, lo spagnolo non riesce a tornare quello a cui siamo abituati.

Milik (5): il peggiore degli azzurri.

dal 90-Llorente (sv)

Insigne (8): gara da capitano, corsa su ogni pallone, fa rispettare se e i compagni con avversari ed arbitri e ritorna anche al goal.

All. Gattuso (8): gara perfetta da parte dei suoi, cercava il veleno e lo ha finalmente ritrovato contro l’avversario più difficile, complimenti mister attendiamo la fine del calciomercato e da febbraio pensiamo solo al campionato.

Seguici su Facebook e resta aggiornato con NAPOLIZON (clicca qui).