Sicurezza sul lavoro, firmato protocollo d’intesa tra Regione e Procura di Napoli

sicurezza

Sicurezza sul lavoro grazie al “Fondo figli vittime incidenti sul lavoro”. Firmato il protocollo d’intesa tra la Regione Campania e la Procura Generale di Napoli

 

La nostra testata ha seguito, nell’autunno scorso, l’iter legislativo di approvazione della legge che ha istituito il “Fondo regionale per il sostegno socio-educativo, scolastico e formativo dei figli delle vittime di incidenti sul lavoro”, che il 30/10/15 fu approvata in Consiglio Regionale su proposta del Consigliere Antonio Marciano (PD).

Ieri al fine di sviluppare una sinergia d’azione tra la Procura Generale di Napoli e la Regione De LucaCampania nel monitoraggio e controllo delle c.d. “morti bianche” e degli infortuni sul lavoro è stato firmato dal Presidente De Luca e dal Procuratore Generale Luigi Riello il protocollo d’intesa per una collaborazione, grazie all’impegno delle Asl e all’utilizzo di una piattaforma informatica della Regione, per dotare gli uffici giudiziari e quelli della Regione di una banca dati permanente che avrà un effetto non secondario nella prevenzione di incidenti mortali, infortuni e anche malattie contratte sul luogo di lavoro.

Il Presidente De Luca in una nota ha dichiarato: “il nostro obiettivo è triplice: evitare la polverizzazione delle competenze; semplificare le procedure; rafforzare il ruolo di vigilanza delle Asl, dare una svolta sul fronte della sicurezza, della prevenzione e della repressione dei fenomeni, purtroppo diffusi, di mancato rispetto di norme e regole”.

Sull’argomento è intervenuto il Consigliere regionale promotore della legge n. 13/2015, Antonio Marciano: “Le parole del governatore De Luca sulle morti bianche confermano il valore e l’importanza della legge che in Campania abbiamo approvato nell’autunno dello scorso anno. Ora, dunque, bisogna implementare e aumentare la dotazione del fondo regionale per il sostegno socio-educativo, scolastico e formativo ai figli delle vittime di incidenti mortali sul lavoro, che per il primo anno di funzionamento ha potuto contare su uno stanziamento di 100 mila euro, per renderlo più efficiente e allargare il bacino dell’intervento”.Marciano

Infine Marciano conclude “Il fondo è nato con l’obiettivo di dare un contributo ai figli delle vittime di incidenti sul lavoro, innanzitutto sostenendoli nel loro percorso formativo, perché un evento così drammatico rischia di avere un forte impatto sul loro percorso di crescita. Ma è chiaro che bisogna continuare a spingere per diffondere la cultura della prevenzione e della tutela della salute dei lavoratori, una battaglia richiama alle responsabilità di tutti, soggetti pubblici, privati, organizzazioni sindacali e datoriali e istituti di controllo.

Per questo, è sicuramente un passo in avanti il protocollo d’intesa siglato oggi tra il governatore Vincenzo De Luca e il procuratore generale di Napoli Luigi Riello, che aiuterà a prevenire gli infortuni sul lavoro e le morti bianche e di controllare in modo più capillare le informazioni provenienti dagli uffici di controllo sul lavoro delle Asl campane”.