Sciacallaggio: Napoletano ruba ai terremotati di Amatrice



sciacallaggio

Continuano gli spiacevoli episodi di sciacallaggio ai terremotati di Amatrice, a commettere l’ignobile gesto un napoletano, ecco di chi si tratta…

Negli ultimi giorni, gli episodi di solidarietà verso le vittime del sisma che ha colpito molte zone del centro Italia, con epicentro vicino la città di Accumuli, sono stati davvero tanti, purtroppo, però non sono mancati alcuni spiacevoli episodi di sciacallaggio, l’ultimo, proprio ad opera di un napoletano.

Massimiliano Musella, questo il nome dell’uomo, 41 anni, sorpreso a forzare la serratura di un appartamento vicino Amatrice, zona colpita duramente dal sisma

L’uomo, del Rione Alto (Napoli), sorpreso alle spalle dalle forze dell’ordine, ha tentato la fuga, colpendo uno dei militari presenti con un cacciavite, dopo una breve colluttazione i militari sono riusciti ad immobilizzarlo e ammanettarlo.

L’atto di sciacallaggio era stato premeditato da Musella, il quale aveva con se, un biglietto ferroviario datato 24 agosto 2016 con tratta Napoli-Roma a prova dell’intenzione dell’uomo di fare razzie nelle abitazioni colpite dal sisma.

Lo sciacallo era già noto alle forze dell’ordine a causa di numerosi precedenti penali per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e porto abusivo di armi.

Musella è stato consegnato alle autorità giudiziarie di Rieti con l’accusa di rapina impropria e lesioni personali.

Seguiteci su Facebook

Fonte Teleclubitalia

Leggi anche