Sassuolo-Napoli, Insigne evita la sconfitta. Prestazione azzurri deludente

Sassuolo-Napoli
Per l'immagine, si ringrazia CalcioMercato.com

Sassuolo-Napoli, Insigne evita la sconfitta e spazza via le polemiche di parte della tifoseria in merito alle sue ultime prestazioni

Sassuolo-Napoli – La squadra ospitante, dodicesima in classifica, cerca di porre fine ad un lungo periodo buio, che non la vede vincere dal 26 gennaio, in casa contro il Cagliari.

Gli azzurri di Carlo Ancelotti, reduci dalla sconfitta casalinga contro la Juventus, si presentano con una formazione ampiamente rivisitata rispetto a quella scesa in campo contro il Salisburgo, giovedì scorso.

Questi gli undici titolari di oggi: Ospina, che rileva lo squalificato Meret; Malcuit, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Ounas, Allan, Diawara, Verdi; Insigne, Mertens in attacco.

Turno di riposo, dunque, per il 99 polacco e per l’instancabile Callejon.

Oltre 6.000, i supporters partenopei presenti al Mapei Stadium, che dagli spalti fanno sentire fin dal primo minuto il proprio corposo sostegno agli azzurri.

Fase iniziale interlocutoria tra le due squadre, che provano a dettare tempi e ritmi di gioco, senza offrire particolari emozioni.

Al 9′, prima grande occasione per il Napoli: Dries Mertens arriva solo davanti al portiere ma viene recuperato dal difensore Demiral. Precisissimo il suo intervento sul pallone.

Al 15′, Ospina si oppone al tiro di Duncan.

Particolarmente sugli scudi, per i neroverdi, Boga: una sua grande giocata, al 21′, finisce di poco fuori lo specchio della porta presieduta da Ospina. Dopo soli 3′, ci riprova, mettendo in difficoltà l’intero reparto difensivo del Napoli, ma il pallone viene deviato da Diawara in calcio d’angolo.

Immediata la risposta del Napoli, che con Ounas – imbeccato splendidamente da Insigne – riesce a rendersi pericoloso. L’intervento di Ferrari salva il risultato sullo 0-0.

Al 29′, percussione pericolosa proprio del capitano napoletano, servito da Mertens, ma il tiro viene parato da Pegolo.

Dopo 4′, altra grande occasione per il Napoli: Ghoulam pesca Verdi in area, che però spedisce alto sulla traversa.

Il primo tempo di Sassuolo-Napoli si chiude sul risultato momentaneo di 0-0.

Verdi, intervistato tra primo e secondo tempo, sottolinea l’organizzazione della squadra ospitante e la necessità, per il Napoli, di non sprecare le occasioni da gol che riuscirà a costruire durante la ripresa.

Infatti, il primo tempo di Sassuolo-Napoli ha visto i neroverdi dettare il gioco ma gli azzurri riuscire a costruire maggiori occasioni da rete, non adeguatamente sfruttate dal reparto offensivo.

Alla ripresa, Luperto rileva Chiriches, che Carlo Ancelotti decide di preservare, in vista dell’impegno di giovedì prossimo contro il Salisburgo.

Al 51′, Berardi, approfittando di qualche disattenzione difensiva del Napoli, segna il gol del vantaggio per i padroni di casa.

Il Napoli ci prova, ma la partita si mette in salita. Il Sassuolo, infatti, difende il vantaggio chiudendosi tutto dietro la linea della palla.

Al 60′ ammonizione per Ferrari, per un duro intervento in ritardo su Ounas.

Al 65′ doppio cambio nel Napoli: esce Verdi per Milik, ed Ounas per Younes.

4-3-2-1, dunque, per Carlo Ancelotti, che prova a rendere la sua squadra più pericolosa.

Al 67′ doppia ammonizione per Pegolo e Allan, a seguito di un piccolo parapiglia in area neroverde.

Il Napoli non riesce a trovare i varchi giusti, complice un Sassuolo chiuso graniticamente in difesa.

Al 74′ ci prova Diawara dai 25 metri: il tiro viene deviato in calcio d’angolo da Pegolo.

Cambio per i neroverdi: esce Djuricic per Bourabia.

All’84’ Babacar rileva Berardi, autore del gol del vantaggio del Sassuolo.

All’86’, il Capitano Lorenzo Insigne riapre la partita, segnando un gran gol, che spazza via le lunghe polemiche di parte della tifoseria in merito ad un rendimento giudicato troppo sottotono nelle ultime uscite.

Ultimo cambio per i neroverdi: Locatelli rileva Boga.

Cinque, i minuti di recupero concessi dall’arbitro.

Il risultato, però, non cambia.

Sassuolo-Napoli si chiude con il risultato di 1-1.

I partenopei, che non hanno particolari obiettivi da conquistare in Serie A, sembrano particolarmente concentrati sull’Europa League.

A fine gara, Koulibaly, intervistato dai colleghi di Sky, ricorda la necessità di non mollare punti in Campionato, per evitare di perdere il secondo posto, soprattutto in considerazione dell’avvicinamento delle milanesi.

Un pensiero per il Capitano, Lorenzo Insigne.

Duramente criticato da parte della tifoseria partenopea per alcune prestazioni considerate particolarmente leggere, oggi il Capitano si prende la soddisfazione di tornare al gol in Campionato e di evitare la sconfitta ai suoi.

Si sarebbe trattato della seconda sconfitta di fila in Campionato, evento che non accade dal lontano 2016.