San Giorgio a Cremano, assolto il sindaco Zinno

san giorgio a cremano

Risale all’ottobre 2016 l’accusa a carico del sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, per corruzione e ipotesi di associazione a delinquere. Oggi Zinno viene prosciolto dalle accuse

Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano, viene prosciolto dalle accuse che gli erano state mosse nel lontano ottobre 2016. Il sindaco era stato indagato con le accuse di corruzione e ipotesi di associazione a delinquere. Insieme a lui, secondo quanto riportato da Il Mattino, furono indagati anche Carmine Intoccia (dirigente urbanistica), Raffaele Peluso,  Di Marco Leone, Brigida De Somma (funzionari dei Lavori pubblici), l’imprenditore Luigi D’Alessandro, i coniugi Cira Esposito e Ernesto Ascione, entrambi titolari di una ditta di vivai.

Zinno è stato prosciolto perché il fatto non sussiste, mentre gli altri sono stati rinviati a giudizio. Il primo cittadino è stato riconosciuto dalla legge assolutamente innocente. Molto positive a questo proposito le sue parole di fiducia nei confronti della legga italiana.