Maxi rissa a Napoli, 50 immigrati coinvolti con spranghe e coltelli

Rissa

Maxi rissa ieri pomeriggio a Napoli dove 50 immigrati sono stati protagonisti di un atto di violenza che ha creato panico tra i cittadini

Succede a Napoli, tra piazza Nolana e piazza Garibaldi, ieri pomeriggio poco dopo le 16:00 si è verificata una maxi rissa, un episodio di violenza che ha coinvolto un vasto gruppo di stranieri. 50 gli immigrati che si sono sfidati a colpi di spranghe e coltelli per una causa ancora de definire. L’episodio sul quale indagano le forze dell’ordine, ha creato il panico tra i cittadini che si sono rifugiati nei negozi del posto.

Come riportato da Il Mattino, a darne notizia è stato Luigi Rispoli, presidente di Volontari per Napoli.

«Sono rimasti coinvolti una cinquantina di immigrati che stazionano e trafficano indisturbati da anni in quell’area – dichiara Rispoli -. Lo spiacevole episodio ha, tra l’altro, causato notevoli disagi al traffico e si è consumato nel terrore dei passanti che sono scappati via».

«La sensazione che hanno i residenti che da anni chiedono più sicurezza – rimarca Rispoli – è di essere stati abbandonati dalle istituzioni mentre l’area di piazza Garibaldi è terra di nessuno dove l’unica legge che esiste è quella della prepotenza e della sopraffazione. Ormai a Napoli chiedere il rispetto delle regole e della legge è un’illusione. Tra un sindaco incapace e le forze di polizia sempre più sguarnite di uomini e mezzi e demotivati da una normativa che garantisce solo chi commette reati, c’è poco da stare allegri».