Rifiuti: al comune di Giugliano “rientrano” 5 milioni e mezzo di euro

rifiuti

“Rifiuti speciali” – Stiamo parlando del famosi ristoro ambientale per lo Stir di Ponte Riccio. Giugliano recupera la somma che avrebbe dovuto versare il Comune di Napoli.

Rifiuti –  Il Comune di Giugliano vince contro la Città Metropolitana e incassa 5.590.000,99 euro.

Come riporta il sindaco Antonio Poziello, la vicenda è relativa ai ristoro per lo Stir di Ponte Riccio dal 2012 al 2017.

L’attuale amministrazione comunale, al suo insediamento, aveva scoperto che la Città Metropolitana di Napoli e Sapna non corrispondevano nulla al Comune per il ristoro ambientale, dovuto alla presenza dell’impianto STIR di Ponte Riccio.

Il Sindaco aveva quindi dato disposizione di avviare un’azione legale tesa ad ottenere i mancati pagamenti.

Era seguita una lite giudiziaria che ha visto prevalere le ragioni del Comune di Giugliano, che aveva poi avviato un pignoramento nei confronti di Sapna e della Città Metropolitana.

Nel frattempo, De Magistris aveva provveduto a riconoscere la legittimità della pretesa. Il 16 gennaio la ragioneria dell’Ente provinciale ha provveduto a trasferire le somme sul conto del Comune.

“È giusto che se una comunità sopporta il fastidio di un impianto di trattamento dei rifiuti abbia poi un ristoro, strano che chi ci ha preceduti non si sia preoccupato di chiedere queste somme”, commenta il Sindaco Antonio Poziello, che ha annunciato ulteriori azioni per ottenere il ristoro per gli anni dal 2017 ad oggi.

Leggi anche: Tragedia a Giuglano, incidente mortale!