Questione San Paolo: non c’è accordo tra comune e SSC Napoli



stadio san paolo

Lo Stadio San Paolo non sarà pronto per la prima partita del campionato secondo De Laurentiis. Salta così la riunione con l’amministrazione comunale

NAPOLI, 1 AGOSTO – Tiene banco, da anni ormai, la questione stadio. Il San Paolo è la casa del Napoli e dei suoi tifosi.

Dopo i molteplici incontri tra la società, guidata da Aurelio De Laurentiis, e il comune non si è ancora giunti ad un accordo che possa soddisfare entrambe le parti.

Oggi avrebbe dovuto esserci un nuovo incontro tra l’amministrazione e i vertici della SSC Napoli per la chiusura del “dare e avere” relativamente alla stagione 2015/16,  come riportato dai colleghi di Ansa Campania’.

La riunione è invece saltata per le critiche riportate dal presidente De Laurentiis alle condizioni in cui versa attualmente l’impianto calcistico (nel quale, al momento, sono in atto le ristrutturazioni della pista di atletica da utilizzare per le Universiadi). Inoltre, secondo l’Aurelio pensiero, lo stadio San Paolo non sarà pronto per il 25 agosto, data in cui il Napoli affronterà la sua prima partita in casa.

Il capo di gabinetto del comune di Napoli Attilio Auricchio ha però rilasciato delle dichiarazioni all’Ansa, spiegando che non ci sarà alcun problema per l’inizio del campionato e che i lavori termineranno in tempo per permettere al Napoli di giocare in un impianto messo a posto: “I lavori – permetteranno tranquillamente lo svolgimento delle partite del Napoli sin dalla prima giornata di campionato prevista al San Paolo“.

Leggi anche