Primarie per il candidato sindaco del centrosinistra



primarie centrosinistra

Primarie Centrosinistra – Ieri sera si è tenuto il tavolo di coalizione per il regolamento che disciplinerà i criteri di votazione per le primarie

Come preannunciammo nel nostro articolo del 15 dicembre, i lavori per approvare il regolamento delle primarie all’interno del PD proseguono.

Ieri pomeriggio il tavolo di coalizione del centrosinistra (Pd, IDV, Scelta Civica-Cittadini per Napoli, Repubblicani democratici, Centro democratico, PSI, Verdi e R.e.d. – Rete civica e democratica) si è riunito per determinare le regole dei partecipanti al voto.

Si conferma di inserire Napoli nel quadro dell’election day nazionale del 28 febbraio 2016 e si è prevista la possibilità di voto anche per i sedicenni.

A questo punto si sono conclusi gli aspetti burocratici e si è decisa la linea della competizione per eleggere il candidato sindaco per Napoli.

Giuseppe Esposito, responsabile enti locali del Pd Napoli, ha affidato ad un comunicato alcune dichiarazioni sull’esito del tavolo affermando: “È da salutare in maniera positiva la sintonia registrata nella riunione del tavolo della coalizione, tenutasi questo pomeriggio” e ha aggiunto: “delineato adesso il percorso che condurrà alla competizione, l’auspicio è che il dibattito politico possa prendere quota definitivamente e fare emergere le tematiche di carattere programmatico su cui la coalizione intende caratterizzarsi per tornare al governo della città”, concludendo che “d’ora innanzi, delineati gli aspetti squisitamente burocratici, ragioneremo sul futuro di Napoli con l’obiettivo di segnare un significativo scatto in avanti nel confronto politico”.

Il Vice Segretario provinciale Pd, Toti Lange, da noi interpellato sulle decisioni raggiunte al tavolo ci ha dichiarato: “Esprimo soddisfazione per la decisione del tavolo di permettere la partecipazione al voto delle primarie dei sedicenni, ma esprimo rammarico per l’occasione mancata di estendere le primarie anche per la scelta dei candidati presidenti alle municipalità”.

Leggi anche