Pranzo della domenica: che ne dite di un timballo di tagliolini?



pranzo

Per il pranzo della domenica niente di meglio un bel timballo. Il timballo nella tradizione gastronomica napoletana ha origini antichissime.

Pranzo della domenica? Niente di più saporito di un bel timballo fumante.

Nella tradizione gastronomica napoletana il timballo è il risultato della fusione, avvenuta nel Settecento, tra la cultura “pastara” dei napoletani e la cultura delle torte salate dei Monzù, chiamati a corte da Maria Carolina d’Austria.

Veniamo al dunque… come prepararlo?

 

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di tagliolini

150 gr di parmigiano grattugiato

180 gr di burro

pangrattato

 

Per l’imbottitura:

120 gr di prosciutto cotto

50 gr di pancetta

200 gr di fiordilatte

sale

300 gr di piselli sgranati freschi

pepe

1 cipolla

Procedimento:

Tritate la pancetta e la cipolla e fatele rosolare delicatamente, aggiungendo i piselli. Fateli insaporire e cuoceteli per 20 minuti con un po’ d’acqua se necessario. Regolate di sale e pepe. Cuocete i tagliolini in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con parte del burro ( circa 140 gr), il parmigiano e il prosciutto cotto. Disponetene metà in una teglia circolare bene imburrata e cospargete di pangrattato e coprite prima con i piselli e un po’ di parmigiano, poi con fettine sottili di fiordilatte o, se piace, di provola. Chiudete con il resto dei tagliolini conditi e setacciate con il pangrattato. Finite il tutto con fiocchetti di burro rimasto e cuocete in forno preriscaldato a 200 gradi, fin quando non si sarà formata una bella crosticina dorata.

Buon appetito!

 

Leggi anche