Pozzuoli, la festa continua anche dopo i carabinieri – IL VIDEO

pozzuoli

A Pozzuoli continua la festa in strada nonostante l’arrivo dei carabinieri. Ecco il nuovo video che gira sui social

POZZUOLI – Nella giornata di ieri vi abbiamo parlato dell’incredibile quanto scandalosa, per il periodo che stiamo vivendo in Italia e in Campania, festa condominiale andata in scena nei pressi di Via Napoli a Pozzuoli.

Diverse persone urlavano, cantavano e ballavano trasgredendo a qualsivoglia regola imposta dal Governo in materia di coronavirus.

In serata, ieri, è arrivata anche l’interrogazione di Borrelli, consigliere dei Verdi, spedita al Presidente della Regione De Luca, denunciando appunto il comportamento inappropriato di quelle persone che mettevano a rischio la salute propria e altrui creando inutili assembramenti.

Ma la festa, a quanto pare, non è terminata. Non è finita neanche dopo l’arrivo dei carabinieri all’interno del parco. Nel video che segue altre persone continuano a ballare incoscientemente e a non rispettare le regole di comportamento sul covid-19.

Ecco quanto scritto su facebook sulla sua pagina ufficiale dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli:

“A #Pozzuoli, anche dopo l’arrivo dei Carabinieri gli incivili hanno continuato a far festa, a stare in strada e dar vita ad assembramenti nonostante le ordinanze di sicurezza e nonostante domenica 9 marzo si siano registrati 6 nuovi casi di #coronavirus nel comune puteolano. #Vergogna”.

A #Pozzuoli, anche dopo l’arrivo dei Carabinieri gli incivili hanno continuato a far festa

A #Pozzuoli, anche dopo l’arrivo dei Carabinieri gli incivili hanno continuato a far festa, a stare in strada e dar vita ad assembramenti nonostante le ordinanze di sicurezza e nonostante domenica 9 marzo si siano registrati 6 nuovi casi di #coronavirus nel comune puteolano. #Vergogna.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Martedì 31 marzo 2020

LEGGI ANCHE:

Borrelli: interrogazione a De Luca per la festa a Pozzuoli

SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK: CLICCA QUI