Pomigliano: nel 2016 menù in linguaggio Braille



Pomigliano d'Arco

Nel 2016 tutti i ristoranti e bar di Pomigliano d’Arco presenteranno i propri menù anche in linguaggio Braille

Nei primi mesi dell’anno nuovo, Pomigliano d’Arco darà il via ad una grande lezione di civiltà, ovvero  la produzione in tutte le attività legate al “food and beverage“di menù speciali tradotti in linguaggio LIS e in linguaggio Braille che possono essere consultati sia da ipovedenti che non vedenti.

Tutti i menù di ristoranti, pub, bar, trattorie ed altre attività, saranno realizzati sotto forma di locandine a cura di associazioni del settore . Inoltre la stampa dei menu sarà finanziata interamente, per volere del sindaco Lello Russo e dell’assessore Mattia De Cicco, dall’assessorato alle politiche sociali del Comune di Pomigliano d’Arco.

Infine, l’assessore Mattia De Cicco ha affermato che si sono già incontrati con le associazioni di categoria dei commercianti e confrontati con molti esercenti, scoprendo che tutti erano d’accordo nel rendere possibile questo progetto di grande senso civico.

Questo progetto dimostrerà, ancora una volta di più, che anche la comunità di Pomigliano d’Arco mette in primo piano le problematiche sociali andando oltre i pregiudizi, ovvero  facendo sì che anche le persone diversamente abili possano sentirsi uguali agli altri in ogni situazione e luogo.

Gli esercenti, inoltre, dovranno fornire i menù, tradotti e stampati,  entro e non oltre il 15 febbraio 2016. 

Leggi anche