Pollena Trocchia: conetti vulcanici, zona da valorizzare

pollena trocchia

Nel comune di Pollena Trocchia vi sono i conetti vulcanici nonché bocche vulcaniche. La zona però sembra essere abbastanza trascurata. Guarda il video

Nel parco nazionale del Vesuvio sono situati i cosiddetti conetti vulcanici, ovvero bocche vulcaniche collocate sul versante settentrionale del Monte Somma, a circa 300 metri sul livello del mare e circa 2 km dall’abitato di Pollena Trocchia.

Sono tre edifici vulcanici di forma conica: la loro caratteristica viene riscontrata sulle pareti, le quali presentano una complessa stratigrafia con scorie vulcaniche di colore rossastro, accumuli tufacei di colore giallo e banchi lavici di colore grigio.
Gli strati si sovrappongono e talvolta si intersecano, a causa dell’alternanza di eruzioni effusive ed esplosive del Vulcano Somma.

E’ una zona che potrebbe attirare molto i turisti in quanto ricca di verde e di storia. Ciò che attira la nostra attenzione però sono le condizioni del luogo, il quale si presenta abbastanza abbandonato e trascurato in alcuni punti.

Infatti all’inizio il tragitto da percorrere è ricco di cartelli e di verde. Se si prosegue però, le condizioni cambiano diventando più trascurate. I cartelli vi sono, ma non in tutti i luoghi. E proprio per questo, può capitare che ci si trovi di fronte ad un bivio per individuare la strada da percorrere in modo da vedere tutti i conetti.  Questo determina una forte possibilità di perdersi qualora si decidesse di visitare singolarmente senza una guida la zona. In aggiunta la strada non è ben definita, portando una grande probabilità di scivolare.

Chiaramente, trovandoci in un luogo di montagna è facile scivolare o inciampare, ma è anche vero che un tragitto segnato può agevolare coloro che hanno voglia e piacere nel visitare la zona.

Inoltre c’è da aggiungere che i conetti vulcanici a Pollena Trocchia non sono effettivamente molto conosciuti, solo gli abitanti del posto sono a conoscenza di questa zona che dovrebbe essere molto valorizzata al fine da permettere a turisti di poter godere al meglio del nostro patrimonio naturale.

La gallery ed il video della zona: