Poliziotto “finto” organizza un posto di blocco: arrestato da un vero agente

poliziotto

Episodio surreale avvenuto ieri a Pianura: un finto poliziotto è stato arrestato da un agente che lo aveva già denunciato per lo stesso reato

Questa mattina, nel quartiere di Pianura, era parcheggiata tra Via Agnano Astroni e Via Nuova Sartania, una Fiat Bravo con un lampeggiante acceso e, poco distante, un poliziotto aveva fermato un’ altra autovettura.

Si trovava a passare di lì, per caso, un poliziotto del Commissariato San Paolo, libero dal servizio, che era convinto di assistere ad un normale controllo di polizia, invece, solo in seguito, si è reso conto che c’ era qualcosa di anormale. Ha notato, infatti, che mancava il secondo membro per l’equipaggio canonico ed ha così deciso di verificare.

Mentre si stava avvicinando alle autovetture, l’ “agente” intento a controllare i documenti, si è girato. Guardandolo bene in viso, il poliziotto fuori servizio ha riconosciuto Varriale Fortunato, un 60 enne napoletano, già accusato in precedenza di analogo reato. Il furbetto, avendo riconosciuto il poliziotto che lo aveva già precedentemente denunciato, ha tentato la fuga, ma è stato bloccato tempestivamente. Il Varriale è stato arrestato per possesso di segnali distintivi contraffatti e violenza privata nonché, denunciato per sostituzione di persona ed usurpazione di funzioni pubbliche. Sul posto sono stati sequestrati un lampeggiante, una radio portatile modello Ote ed un porta placca di pelle con un distintivo raffigurante il fregio della polizia.

Presso l’ abitazione dell’ uomo sono state rinvenute e sequestrate due pistole giocattolo prive di tappo rosso ed otto placche circolari raffiguranti le diverse specialità della Polizia di Stato

Varriale sarà giudicato con rito direttissimo.