Polizia Postale, napoletano indagato per aver adescato minorenni

napoletano
Combattimenti tra cani, quattro denunce

Polizia Postale: denunciati alcuni sospetti che hanno tentato di adescare ragazzine minorenni tramite falsi profili sui social, tra loro anche un napoletano

Lo scorso 4 marzo è iniziata l’operazione ‘Sickboy’ ad opera della Polizia Postale. Qualche settimana fa infatti, i genitori di una ragazzina 14enne di Cagliari hanno denunciato alla Polpost che la figlia riceveva messaggi e materiale pornografico.

Il compartimento della Polizia Postale di Cagliari ha individuato il responsabile, un 33enne della provincia di Venezia. L’uomo inviava, tramite social network, immagini di natura pedopornografica e messaggi per adescare minori. Stando a quanto riporta ANSA, la Polizia l’ha arrestato nella giornata di oggi.

Oltre a lui, ci sono altri 7 indagati con accuse simili, tra le province di Bologna, Venezia e anche Napoli. Iniziate dunque, le indagini che consentiranno di individuare altri utenti social colpevoli dello stesso crimine.

L’indagato in provincia di Napoli fa parte di una serie di persone ancora in libertà, ma che tramite i controlli della Polpost prima di Cagliari, e poi anche delle altre regioni, sono state smascherate ma non ancora arrestate.

Seguici su Facebook, clicca qui