Poggioreale, la polizia penitenziaria trova altri cellulari nascosti nelle celle

poggioreale
foto tratta da il dubbio

Poggioreale, la polizia penitenziaria trova altri cellulari nascosti nelle celle del reparto Milano. Intervenuta il segretario provinciale dell’Osapp

Nel carcere di Poggioreale continuano i sequestri dei telefonini nelle varie celle.

Molti detenuti cercano di nascondere bene i telefonini nelle loro rispettive celle, creando nascondigli a parer loro difficili da scovare per gli agenti.

Stando a quanto si legge su Ansa.it, molti detenuti li avrebbero occultati sotto il pavimento, nelle mura, nei bagni o addirittura nei materassi, non ottenendo però i risultati sperati: risale a ieri la notizia secondo la quale la polizia penitenziaria avrebbe ritrovato un altro microtelefonino nascosto nel telaio del bagno di una cella. 

Il livello di attenzione è altissimo grazie al provveditore della Campania Fullone, che durante il periodo in cui il fenomeno si stava espandendo, ha disposto più risorse umane e unità cinofile.

Tuttavia la soluzione migliore sarebbe inserire dei jammer, ovvero dei disturbatori di frequenza così da impedire ai detenuti di effettuare telefonate o altro.