Pepe Reina racconta dei sintomi del COVID19 e invita a restare a casa

Pepe Reina
FONTE: calciofanpage

Pepe Reina, l’ex calciatore del Milan e SSC Napoli, ha deciso di raccontare cosa si prova ad avere i sintomi di infezione da COVID19

Pepe Reina, l’ex calciatore del SSC Napoli e del A.C. Milan, è finito tra gli sportivi che hanno contratto il COVID19.

Nonostante gli evidenti sintomi del virus, le condizione di salute del calciatore sono migliorate dopo “giorni difficili”.

Così lo spagnolo ha deciso di rompere il silenzio in merito alla faccenda e di raccontare cosa si prova ad essere contagiati.

A darne notizia è il quotidiano sportivo Sport Mediaset.

“La scorsa settimana ho avuto tutti i sintomi del coronavirus, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni tipo di precauzione per non contagiare chi vive con me. Qui non si fanno i test e questo non può che essere un problema, ma adesso sto bene. È dura, è come se mi fosse passato addosso un camion”.

In seguito, Pepe Reina afferma di essere molto preoccupato per l’emergenza sanitaria in Spagna e in Italia, per via del collasso del sistema sanitario.

“[….]Quello che mi tocca di più è vedere persone che se ne vanno senza neanche la possibilità di essere salutate per l’ultima volta dalla propria famiglia. Dobbiamo rispettare tutte le norme di sicurezza che ci sono state date, solo così riusciremo ad uscirne.”

Al momento la preoccupazione di Reina è la salute dei suoi tifosi, infatti spera di tornare in campo solo quando la situazione sarà migliorata.

Nel frattempo invita il pubblico calcistico a restare a casa ed elogia la gente comune che resta in quarantena:

“Noi calciatori siamo dei privilegiati, per me è facile restare in isolamento, le persone che hanno veramente i “cojones” sono quelli che vivono in un appartamento di 70 metri quadri con tre bambini, loro sono degli eroi”.

Potrebbe interessarti: Coronavirus, lady Rugani svela: “Daniele ha fatto il tampone l’8 Marzo”