Parata Gay Pride a Bagnoli, presente anche De Magistris



parata gay

Grande parata  dell’orgoglio Lgbt ieri ha attraversato le strade di Bagnoli, adunata per  Istituzioni e società civile.

 PARATA GAY NAPOLI – Mediterranean Pride of Naples (MPoN) e l l’hastag DirittieTerritorio, per marcare la solidarietà tra  la comunità Lgbt e le istanze del territorio di Bagnoli in cerca di riscatto.

«L’emancipazione culturale di tutto il territorio – e non solo del centro, ma anche della periferia e della provincia – è un obiettivo prioritario per le nostre associazioni ed in particolare per il Coordinamento Campania Rainbow», spiega Antonello Sannino, leader di Arcigay Napoli. Per questo il Mediterranean Pride of Naples 2016 avrà come sede del corteo conclusivo il quartiere di Bagnoli-Fuorigrotta.bagnoli gay pride piccola

Il corteo di ieri, primo in Italia dopo l’approvazione delle unioni civili, ha avuto come slogan “Diritti alla meta, diritti alla felicità” e ha visto sfilare il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e Antonello Sannino leader di Arcigay Napoli. Ospite d’eccezione della manifestazione Cristina Donadia, Scianel di Gomorra che ha partecipato con entusiamo alla parata.

Il  percorso politico da cui nasce il Gay Pride  è quello associazionistico  e territoriale che si configura come  un grande evento che riesce a  coinvolgere gran parte della città.

Una parata gay che riesce ad essere  un’occasione per coniugare i valori di solidarietà e democrazia ed esprimere la necessità di un nuovo assetto per Bagnoli  con le istanze di un movimento che si scontra anche con la discriminazione.

Leggi anche