Omicidio Alessandra, gli ultimi aggiornamenti

omicidio

Il legale di Giuseppe Varriale, l’ex fidanzato di Alessandra Madonna, vuole chiedere la scarcerazione per il suo assistito

L’avvocato di Giuseppe Varriale, il 24enne di Mugnano indagato per l’omicidio della sua ex fidanzata Alessandra Madonna, continua la sua battaglia legale e si gioca la carta del Riesame per chiedere la scarcerazione del suo assistito, attualmente agli arresti domiciliari.

Con questa strategia il legale, Nicola Pomponio, vuole allontanare ogni dubbio sulla premeditazione o sulla volontarietà dei gesti del Varriale che avrebbero provocato la morte della giovane ragazza.

Cosi come riportato da “Il Mattino” ieri è stata eseguita la perizia tecnica sulla Range Rover del ragazzo, l’auto con cui è stata trascinata o investita la povera Alessandra, provocandole ferite mortali.

I primi rilievi non hanno riportato nulla di nuovo, nessun particolare utile a ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto la notte in cui Alessandra si era presentata fuori al parco in cui viveva il suo ex ragazzo per cercare, forse, di trovare con lui una riappacificazione dopo che la loro relazione si era interrotta, la scorsa primavera, dopo 5 anni.

Sull’omicidio si continuerà ad indagare e qualche informazione in più ci arriverà, probabilmente, dalla perizia che sarà fatta sulla scatola nera dell’autovettura.

In ogni caso sarà difficile ricostruire esattamente quanto è avvenuto quella notte tra i due e se la ragazza si sia davvero aggrappata all’auto senza che il Varriale se ne accorgesse o se questi l’abbia volontariamente trascinata o investita.

Attendiamo ulteriori aggiornamenti.