Nola, situazione ospedale gravissima: Lorenzin manda gli ispettori

Nola

La situazione in cui versa l’ospedale di Nola è agghiacciante. Per questo il ministro Lorenzin ha assicurato che manderà degli ispettori.


L’ospedale Santa Maria della Pietà, il presidio sanitario di Nola, versa in condizioni gravissime e disarmanti. Gli ammalati sono adagiati a terra perché mancano letti e barelle.

Il caos è scoppiato nella giornata di ieri, dopo che Paolo Russo, deputato di Forza Italia, ha denunciato la situazione di indigenza del nosocomio nolano: “Se il Santa Maria della Pietà deve funzionare in questo modo é meglio chiuderlo perché di ospedali così si muore.” , si legge nella nota di Russo, che ha invitato Vincenzo De Luca a prendere seri provvedimenti sulla questione.

Nel frattempo il caso è diventato nazionale, e sul problema sta intervenendo il ministro Beatrice Lorenzin in persona. Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa e coordinatore regionale del Nuovo Centrodestra in Campania ha infatti affermato di aver sentito il Ministro della Salute: “Mi ha assicurato che manderà gli ispettori. È una situazione intollerabile e scandalosa”.

“Inoltre, – aggiunge Alfano chiedo al presidente De Luca di prendere provvedimenti seri anche perché in Campania ci sono tante strutture di eccellenza, così come tantissimi medici straordinari. È ingiusto che tutte queste nostre eccellenze poi vengono confuse con queste situazioni al limite del paradossale“.

La Regione Campania ha, da parte sua, risposto annunciando l’apertura di un’indagine sui disagi patiti dai pazienti dell’ospedale di Nola: “Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto l’apertura immediata di una indagine interna per una puntuale verifica dei fatti e per accertare tutte le responsabilità“.