Nola, sequestate oltre 200 tonnellate di rifiuti pericolosi



Nola, sequestro rifiuti

Nola, scoperti dai finanzieri tonnellate di rifiuti pericolosi smaltiti in modo illegale. Incastrato uno dei colpevoli

La consueta attività di controllo del territorio, svolta dai finanzieri del comando provinciale della Guardia di Finanza, ha portato alla luce un’attività illecita nel comune di Nola. Ritrovate infatti 200 tonnellate di rifiuti speciali pericolosi e non, depositati in maniera del tutto incontrollata su un fondo agricolo di circa 1500 mq.

In particolare, i militari della compagnia di Nola, hanno sorpreso in flagranza di reato un individuo mentre era intento a scaricare sulla suddetta area un carico di rifiuti speciali.

Il responsabile è stato così subito fermato ed identificato, sequestrando successivamente tutta l’area addetta all’attività in corso. Si pensi che non sia stato però l’unico a gettare lì i rifiuti, vista l’enorme quantità presente.

Sempre più diffuso quindi è il fenomeno delle discariche abusive, altamente pregiudizievoli per la salute umana e capaci di arrecare danni inestimabili all’ambiente circostante.

Il controllo che avviene periodicamente sul territorio evidenzia l’importante impegno da parte del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli. Ben 9 le aree di questo tipo nel nolano che sono finite sotto indagine.

Potrebbe interessarti anche: https://napoli.zon.it/marigliano-scarica-rifiuti-in-un-pozzo/

 

 

Leggi anche