Napoli-Lazio: un grande Napoli batte la Lazio e blinda il secondo posto

Napoli-Lazio
Per l'immagine si ringrazia SSCN

Napoli-Lazio, partita-spettacolo. Un grande Napoli batte i biancocelesti e blinda il secondo posto. Il commento……….

Napoli-Lazio, ed è calcio-spettacolo.

Un Napoli falcidiato da assenze pesantissime accoglie una Lazio vogliosa di riacciuffare il quarto posto e riportarsi in zona Champions.

Indisponibile per infortunio il Capitano, Marek Hamsik, e per squalifica Koulibaly, Allan ed Insigne, gli azzurri scendono in campo con un 4-4-2 forzatamente rivisitato.

Meret tra i pali; Malcuit, Albiol, Maksimovic, Mario Rui in difesa; Callejon, Diawara, Fabian e Zielinski in mediana; Mertens e Milik in attacco.

Il primo tempo si apre tra alterne emozioni, con continui capovolgimenti di fronte: le squadre si affrontano a viso aperto, vogliose entrambe di fare bottino pieno.

Il Napoli appare subito più concreto, con due pali presi da uno scatenato Milik nei primi 20′ di gioco.

La Lazio non ci sta e prova a rispondere colpo su colpo ai partenopei, provando affondi in velocità, che non creano però particolari problemi alla retroguardia.

La partita si sblocca al 33′, quando Mertens serve un assist al bacio per l’inserimento perfetto di Callejon, che segna la sua prima rete stagionale.

Trascorrono appena 3′ e Milik raddoppia, insaccando in rete da punizione calciata in modo potente e precisissimo.

Il primo tempo di Napoli-Lazio si chiude sul risultato tondo di 2-0.

Il secondo tempo si apre con una Lazio che prova a riaprire la partita, ma al 57′ Fabian colpisce – dopo una roboante azione personale – il terzo palo della partita.

La Lazio risponde con Immobile, che impegna Meret in una bella parata, che salva il risultato.

Il Napoli prova a chiudere la partita, ma Callejon – poi segnalato in fuorigioco – colpisce il quarto palo della partita.

Gol sbagliato, gol subìto: nemmeno un minuto dopo, la Lazio con Immobile riduce le distanze e riapre la gara.

Al 69′ Acerbi, già ammonito durante il primo tempo per una spallata su Callejon, commette un altro fallo sul numero 7 partenopeo e viene espulso per somma di ammonizioni.

La Lazio resta in dieci e la partita cambia nuovamente volto, con il Napoli che riprende saldamente il controllo del campo.

Gli ultimi minuti vedono il Napoli sfruttare, l’una dopo l’altra, tutte e tre le sostituzioni disponibili: Verdi rileva Diawara, successivamente Mertens farà spazio ad Ounas e infine Hysaj permette a Callejon di ricevere il giusto applauso del pubblico per il meritato ed attesissimo ritorno al gol.

Impossibile non spendere parole di elogio per la prestazione sontuosa di Fabian Ruiz: il ragazzo oggi ha letteralmente dominato il centrocampo azzurro, dettando idee e tempi di gioco, provando inserimenti e percussioni in attacco e riuscendo a garantire anche una buona fase di copertura.

Intelligenza tattica e grande padronanza del proprio corpo permetteranno a questo giocatore di affermarsi – tra qualche tempo – tra i migliori nel ruolo.

Al 95′ Rocchi fischia la conclusione di Napoli-Lazio e manda i giocatori negli spogliatoi.

Visibile la soddisfazione dei ragazzi, che hanno conquistato 3 punti importantissimi, offrendo una prestazione vincente e decisamente convincente.

Il Napoli celebra il gol di Callejon, con il quale sono ben 10 i calciatori azzurri andati a rete in questa stagione.

Straordinario momento di forma e di condizione psicologica anche per l’ariete partenopeo, Arek Milik.

Che segna la sua dodicesima rete stagionale – l’undicesima in Campionato – assicurando punti pesantissimi alla causa azzurra.

Il Napoli, battendo la Lazio, raggiunge i 47 punti in Serie A, portando il suo vantaggio sull’inseguitrice Inter a ben 7 punti e blindando così il secondo posto.

Ancora ampio, il gap che divide la squadra di Ancelotti da quella di Allegri: 9 potenziali punti, su cui Ancelotti vuole lavorare: “Cercheremo di stare il più vicino possibile alla Juventus fino alla fine”, promette l’allenatore partenopeo.

Ed arriva anche una buona notizia: Marek Hamsik riprenderà ad allenarsi in gruppo martedì e sabato, con ogni probabilità, tornerà disponibile.