Home Attualità Multe salatissime per chi non fa la differenziata correttamente

Multe salatissime per chi non fa la differenziata correttamente

Covid-19

Italia
787,893
Totale casi Attivi
Updated on 28 November 2020 14:57

Napoli, dal comune saranno applicate multe salatissime: fino a 500 euro per chi non fa correttamente la differenziata o sversa illegalmente

NAPOLI – Continua la lotta del comune contro chi non fa correttamente la raccolta differenziata e chi sversa rifiuti illecitamente. Per questi multe salatissime.

Tutte le novità a riguardo sono state dichiarate  dall’Assessore all’Ambiente del Comune di Napoli Raffaele Del Giudice, ospite questa mattina della trasmissione ‘Barba&Capelli’ su Radio Crc: «Chi sversa in maniera illecita rischia una multa fino a 500 euro – ha dichiarato Del Giudice. Stiamo girando tutte le zone critiche intensificando nuovamente i controlli su Scampia. Abbiamo un equilibrio davvero precario. È dovere di tutti andare nelle isole ecologiche, affinché i rifiuti vengano smaltiti correttamente. La riduzione dei rifiuti è un tema importantissimo e del quale bisognerebbe parlare ancora di più».

Anche l’ASIA, l’azienda che si occupa dello smaltimento rifiuti nel Comune di Napoli, ha comunicato un’ulteriore novità. In un post, pubblicato sulla propria pagina Facebook ha informato che apporrà un adesivo su tutti i contenitori che includeranno rifiuti non differenziati in maniera corretta.

Sull’adesivo sarà scritto il seguente messaggio: “Questa utenza non ha effettuato la raccolta differenziata. Rifiuto non ritirato perché non correttamente differenziato. L’utenza ha l’obbligo di separarlo correttamente”.

L’azienda dichiara inoltre: «Si informa l’utenza che, al fine di evitare che i conferimenti di umido in gran parte corretti, vengano inficiati da alcuni incivili con i loro rifiuti misti, rendendo di fatto la totalità dell’umido non conferibile agli impianti, con effetto immediato ASIA non preleverà i bidoncini marroni contenenti umido misto a plastiche, vetro, pannolini, stracci e ogni altro materiale estraneo e non compostabile e l’operazione di prelievo non avverrà fin quando il contenuto non sia stato pulito e differenziato a cura dell’utente. In definitiva si ricorda a tutti i cittadini che nel contenitore marrone dell’umido si conferiscono solo e soltanto gli scarti alimentari (avanzi di cucina e di cibo, verdure, avanzi e bucce di frutta, gusci di frutti di mare, cartoni di pizza con residui di cibo, alimenti avariati senza le confezioni, fazzoletti di carta unti scottex, tovaglioli, pane, fondi di caffè e cialde in carta di caffè, filtri di the e tisane, foglie, fiori e piante da appartamento, terriccio dei travasi, cassette in legno, gusci d’uovo, segatura, cenere di legna, tappi di sughero), messi direttamente nei contenitori o in buste compostabili (shopper del supermercato)».

Latest Posts

Medici di famiglia: “Vaccinate prima noi”

I medici di famiglia chiedono di non essere più sacrificati. Vogliono essere tra i primi a essere vaccinati, essendo esposti al contagio I medici di...

Maradona, la chiamata al 911: “Uomo di 60 anni sta male”

Emerge la registrazione della chiamata del medico personale di Maradona, Leopoldo Luque, che aveva chiesto un'ambulanza al 911 "Fate presto, un uomo di 60 anni...

Screening dei migranti: via alle postazioni mobili

Parte lo screening dei migranti in un comune del napoletano. Le postazioni mobili saranno impiegate per i controlli a tappeto Lo screening dei migranti è...

Comune vesuviano: 50mila euro per curare i malati

Un Comune del vesuviano ha stanziato 50mila euro per acquistare materiale utile alla cura a casa dei pazienti affetti da Covid-19 Un Comune della zona...

ULTIME NOTIZIE

Medici di famiglia: “Vaccinate prima noi”

I medici di famiglia chiedono di non essere più sacrificati. Vogliono essere tra i primi a essere vaccinati, essendo esposti al contagio I medici di...

Maradona, la chiamata al 911: “Uomo di 60 anni sta male”

Emerge la registrazione della chiamata del medico personale di Maradona, Leopoldo Luque, che aveva chiesto un'ambulanza al 911 "Fate presto, un uomo di 60 anni...

Screening dei migranti: via alle postazioni mobili

Parte lo screening dei migranti in un comune del napoletano. Le postazioni mobili saranno impiegate per i controlli a tappeto Lo screening dei migranti è...

Comune vesuviano: 50mila euro per curare i malati

Un Comune del vesuviano ha stanziato 50mila euro per acquistare materiale utile alla cura a casa dei pazienti affetti da Covid-19 Un Comune della zona...