Morte di Pasquale Apicella: Hadzovic aveva già precedenti

Pasquale Apicella

L’agente di Polizia Pasquale Apicella è morto per sventare una rapina. Tra i rapinatori Fabricio Hadzovic, che aveva già altri precedenti con i carabinieri

Napoli – Nella notte tra il 26 e il 27 aprile è morto a Napoli l’agente scelto di Polizia Pasquale Apicella, nel tentativo di sventare una rapina. In servizio in zona Capodichino insieme a un collega, è morto in un incidente stradale con i rapinatori. Lasciando così moglie e due bambine a soli 37 anni.

Tra i rapinatori, il nome noto è quello di Fabricio Hadzovic, il quale aveva già avuto un altro precedente con le forze dell’ordine tre anni fa. All’epoca insieme ad altri rom del campo di Giugliano prese d’ assalto una gioielleria a Sant’Antimo.

Anche allora, il quarantenne, con una Lancia Kappa cercò di accelerare per travolgere i carabinieri che a piedi stavano raggiungendo la sua vettura. Quella volta a Fabricio Hadzovic andò diversamente, la sua automobile si incastrò  tra il marciapiede e l’auto civetta dei militari. Quest’ultimi ebbero subito modo di arrestare i cinque malviventi che erano ancora tutti incappucciati dopo il colpo.

Nonostante siano passati solo tre anni il rom Fabricio Hadzovic, era già libero, e ad avere la peggio in tutta questa situazione è stato il giovane poliziotto Pasquale Apicella.

Foto: Milano Post

Per rimanere aggiornati su tutte le notizie che riguardano Napoli e la Campania seguiteci sulla nostra pagina Facebook NAPOLI.ZON (CLICCA QUI).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: TRAGEDIA A NAPOLI, POLIZIOTTO UCCISO MENTRE TENTAVA DI SVENTARE UNA RAPINA. AVEVA 35 ANNI

Tragedia a Napoli, poliziotto ucciso mentre tentava di sventare una rapina. Aveva 35 anni