12 Febbraio 2024

Milan-Napoli, Chiariello attacca Mazzarri: “Errori clamorosi”

Il conduttore di "Un Calcio alla Radio" attacca Mazzarri evidenziando gli errori clamorosi durante il match svoltosi ieri sera

fonte foto: sito ufficiale ssc napoli

calciomercato napoli

CHIARIELLO ATTACCA MAZZARRI – Con la vittoria del Milan a San Siro per 1-0, il Napoli si posiziona al nono posto in campionato. La partita svoltasi ieri, 11 febbraio, ha portato una discesa dei partenopei, nonostante i numerosi momenti per segnare nella porta avversaria non andati a buon fine.

Numerosi sono stati i commenti dopo questo match, tra cui quello di Umberto Chiariello. L’ideatore e conduttore di “Un Calcio alla Radio” ha commentato negativamente la prestazione del Napoli durante la partita svoltasi ieri. Inoltre attacca l’allenatore Walter Mazzarri, evidenziando gli errori clamorosi avvenuti ieri sera.

Umberto Chiariello attacca Mazzarri: le parole

Chiariello commenta su Radio Napoli Centrale gli errori della squadra, attaccando Walter Mazzarri. Queste le sue parole:

“Il Napoli si difende col 5-4-1, ma con il Milan vai in difficoltà per come gioca il Milan. Non sono spiegabili certe scelte che vengono fatte. Gollini è una pippa sulle uscite, spesso sbaglia facendo il contrario di quello che doveva fare. Se le avesse fatte Meret queste scelte stavate col fucile puntato in mano. L’unico che si da da fare è Kvaratskhelia, la partita del Napoli è durata 10 minuti. Siamo i campioni d’Italia e giochiamo il calcio più brutto della Serie A.

Ha fatto errori clamorosi! II Milan gioca con tre davanti: due larghi e uno centrale. Bielsa ha insegnato a tutti che in difesa bisogna avere la superiorità difensiva con un uomo in più. II Milan gioca con una punta centrale e tu hai regalato un difensore a loro e non hai avuto nessuna superiorità nella loro metà campo. Non hai proprio colui che va nella metà campo avversaria, resusciti Zielinski, messo fuori dalla società, e lo fai giocare per un tempo e non tocca palla. Una scelta che va contro le indicazioni societarie, mettetevi d’accordo. Zielinski era come cavolo a merenda, non c’entrava niente come la difesa a tre. Poi sappiamo tutti che il Milan ha una giocata codificata sulla fascia sinistra con Theo che s’inserisce negli half-spaces. L’Intelligenza vuole che contro Theo e Leao si giochi minimo contro due. Invece lui mette Di Lorenzo contro due sperando nella scalata del difensore, che puntualmente viene a mancare, stavolta con Juan Jesus. Tu giochi con un difensore in più, tre difensori contro un attaccante, con due uomini di fascia che ti massacrano ogni volta che ti vedono giochi uno contro due. Un genio della tattica!

L’appello al presidente De Laurentiis

In seguito lancia un appello al presidente De Laurentiis per mandarlo via:

Ma quando lo mandi via De Laurentiis? Veramente vuoi finire nono? Uno che difende il nono posto, ma ti rendi conto? Poi dite che ce l’ho con lui, io non ce l’ho con nessuno ma vedere una squadra campione d’Italia non giocare e fare l’anti-calcio mi ribolle il sangue! Perché in panchina ci stanno: Lindstrom (30mln), Raspadori (35mln), Politano (25min), Ngonge (20min). La società ha speso una barca di soldi per avere gente di qualità e stanno seduti in panchina, per fare che? Avete visto l’ingresso di Lindstrom, il Napoli con lui davanti ha prodotto qualcosa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO A CURA DELLA REDAZIONE DI NAPOLI ZON: Il Napoli sprofonda: continui cambio di modulo segno di disperazione?